Napoli senti l’agente: «Jorginho stanco mentalmente»

jorginho napoli
© foto www.imagephotoagency.it

Jorginho è il fulcro della manovra del Napoli ma, a Bergamo, è apparso alquanto affaticato

Dall’arrivo di Sarri in poi, il brasiliano Jorginho ha visto il suo mondo calcistico ribaltarsi in poco tempo: era il vice Valdifiori, appariva timido nell’approcciarsi al nuovo ruolo e, ora, è un leader tecnico del Napoli. Il suo agente si è espresso così a Radio Kiss Kiss Napoli: «Mentalmente il ragazzo ha dato tanto, la sosta farà bene. Anche a Sarri che potrà allenare chi resterà a sua disposizione. Diawara? Magari non ha ancora la piena fiducia del tecnico perciò non gioca».

BERGAMO NEFASTA – Joao Santos allora torna sulla sconfitta subita in casa della Dea: «E’ sempre difficile giocare sul campo dei neroazzurri. Turn over mancato? Il Barcellona lo ha fatto, ma non ha evitato la sconfitta, anzi. E’ normale che giocare 3 volte in 7 giorni crei qualche problema alle squadre». E’ questo il salto di qualità cui è chiamato il Napoli di Jorginho: la distribuzione delle energie, mentali e fisiche, per affrontare ogni partita al meglio delle proprie responsabilità. Chi viene a Napoli piange due volte, quando arriva e quando se ne va. Stavolta è stata Partenope a piangere quando Petagna ha spezzato l’incantesimo.