Nasce Ferenc Puskas – 2 aprile 1927 – VIDEO

Il 2 aprile 1927 nasce a Budapest Ferenc Puskas, il maggior talento del calcio ungherese e membro di spicco del Grande Real Madrid

Le due squadre in cui ha militato da calciatore hanno conquistato innumerevoli titoli. E, se l’Ungheria negli Anni ’50 riesce a vivere il suo momento di massimo splendore storico, questo è dovuto anche e soprattutto a lui. Stiamo parlando di Ferenc Puskas, nato a Budapest il 2 aprile 1927 e diventato uno dei più grandi giocatori della storia del calcio.

Puskas poteva giocare sia da seconda punta che da mezzala e vantava nel suo repertorio tecnico numerosi colpi, dal dribbling al mancino potente, dalla visione di gioco al fiuto per il gol, che l’hanno reso negli anni estremamente prolifico. Si pensi che, in carriera, è riuscito a realizzare la bellezza di 616 gol in 620 presenze complessive, numeri mostruosi anche per l’epoca dal momento che ha calcato i campi di calcio, tra il 1943 e il 1966.

I trionfi, tra club e Nazionale

Cresce e vince tantissimo in patria nelle fila dell’Honved, dove tra il 1943 e il 1956 conquista 5 Campionati laureandosi 4 volte Capocannoniere della competizione. Ma è soprattutto al Real Madrid che si consacra come uno dei più grandi di sempre, diventando elemento chiave del reparto offensivo di una rosa capace di dominare in Spagna e in Europa. Con il Grande Real vincerà soprattutto 5 Campionati e 3 Coppe dei Campioni, accompagnate all’Intercontinentale del 1960.

Anche con la maglia del suo paese avrà modo di togliersi grandi soddisfazioni, diventando icona della Grande Ungheria degli Anni ’50, capace di vincere l’Oro Olimpico ad Helsinki nel 1952, una Coppa dei Balcani nel 1947 e una Coppa Internazionale. Soprattutto, Puskas sarà protagonista della grande cavalcata ai Mondiali di Svizzera 1954, che li vedrà sconfitti solo nella finale di Berna dalla Germania Ovest per 3-2.

Un campione a tutto tondo, capace di togliersi importanti soddisfazioni anche da allenatore, pur non militando mai nei top campionati europei. Abbandona definitivamente il calcio negli Anni ’90, per spegnersi nella sua città natale il 17 novembre 2006.


Il contenuto video fa parte della serie web Almanacco del Calcio, prodotto da Sport Review srl.