Connettiti con noi

News

Nasce la Roma di Sarri: Mkhitaryan alla Mertens e spazio a Zaniolo

Pubblicato

su

Roma

Maurizio Sarri è sempre più vicino. diventare il nuovo allenatore della Roma: ecco come potrebbe essere la sua squadra

L’ombra di Maurizio Sarri si allunga sempre di più sulla panchina della Roma. La Gazzetta dello Sport prova ad immaginare come sarà la squadra dell’ex tecnico della Juve: si ripartirà dal 4-3-3, suo marchio di fabbrica. Per quanto riguarda la porta, la Roma ha a libro paga tre portieri: Lopez, Olsen e Fuzato. La dirigenza cederebbe subito i primi due, ma non è facile visti i costi di cartellino da ammortizzare. Qualora ci si riuscisse, i tre obiettivi privilegiati sono Musso, Meret e Gollini. Un passo indietro c’è anche Silvestri, ma non bisognerebbe sorprendersi se con un buon finale di stagione restasse Lopez, per poi investire in altri reparti.

In difesa si punterà forte su Mancini e Ibanez, con Smalling che garantisce esperienza. Jesus e Peres (svincolati) sono in uscita, così come anche Fazio e Santon. A sinistra sulle fasce è possibile che arrivi un volto nuovo, visto che Calafiori potrebbe andare in prestito. Piace Nuno Tavares del Benfica, che però costa. Villar è uno dei pilastri dell’avvenire a centrocampo, mentre Diawara non ha avuto molto spazio con Sarri al Napoli. Intoccabili Pellegrini e Veretout, con Cristante utile in funzione di Jolly. Interessa molto Koopmeiners dell’AZ Alkmaar. In attacco se non fosse possibile piazzare due prestiti pesanti come Under e Kluivert, Sarri potrebbe riutilizzarli come esterni, in coppia con Zaniolo ed El Shaarawy. Vista l’età, giusto puntare su Carles Perez. Dzeko potrebbe partire, mentre Mkhitaryan potrebbe giocare da falso nove come Mertens nel Napoli delle meraviglie di Sarri.

 

Advertisement