Nasce Medhi Benatia – 17 aprile 1987 – VIDEO

Il 17 aprile 1987 nasce Medhi Benatia, uno dei giocatori più forti e rappresentativi nella storia della Nazionale marocchina

Nato a Courcouronnes il 17 aprile 1987 da padre marocchino e madre algerina, nonché cresciuto calcisticamente in Francia, Medhi Benatia è un giocatore naturalizzato marocchino e forse uno dei più rappresentativi della storia di questa Nazionale, di cui è stato anche capitano.

Gli esordi in Italia

Difensore centrale di grande prestanza fisica, abile nel controllo palla e dotato di un grande senso della posizione, Benatia giunge in Italia nell’estate del 2010. La sua prima esperienza in Serie A è con la maglia dell’Udinese, club che all’epoca sapeva distinguersi per i numerosi talenti che riusciva a scoprire e a valorizzare. Nelle tre stagioni in Friuli, il giocatore mette in mostra le sue grandi qualità e potenzialità, diventando perno e titolare indiscusso del reparto difensivo bianconero. Nel 2013, la Roma se lo aggiudica per 13 milioni di euro e all’ombra del Colosseo questi continua a stupire per la sua grande costanza di rendimento, tanto da attirare le attenzioni dei più grandi club europei.

Bayern e Juventus

Dopo una sola stagione con i giallorossi, infatti, verrà acquistato dal Bayern Monaco, dove vincerà i suoi primi titoli nazionali: 2 Campionati tedeschi e una Coppa di Germania. Tuttavia, soprattutto nella seconda stagione con i bavaresi, non riesce ad integrarsi perfettamente con il calcio locale, cosa che lo spingerà a lasciare la squadra nel 2016. Torna quindi in Italia, questa volta alla Juventus, diventando il primo marocchino a militare nella squadra torinese. La Serie A vede i bianconeri sempre più dominatori e, pur dovendo spesso accontentarsi della panchina dinnanzi ai grandi senatori della difesa juventina, si fa trovare sempre presente quando chiamato in causa. Vincerà 2 Scudetti, 2 Coppe Italia e una Supercoppa italiana, prima di lasciare inaspettatamente la squadra nel mercato invernale della stagione in corso per approdare all’Al-Duhail in Qatar.


Il contenuto video fa parte della serie web Almanacco del Calcio, prodotto da Sport Review srl.