Parla Boban: «I fatti di San Siro vergogna dell’umanità. Mondiale per club da eliminare»

Parla Boban: «I fatti di San Siro vergogna dell’umanità. Mondiale per club da eliminare»
© foto www.imagephotoagency.it

Il vicesegretario della Fifa chiarisce il suo pensiero sugli scontri avvenuti a Milano prima di Inter-Napoli: «Che delusione»

Zvonimir Boban, non ha mai avuto peli sulla lingua. Nè quando era calciatore nè, più tardi, da opinionista. L’ex rossonero ha detto la sua sui fatti di S. Stefano in riferimento agli scontri tra ultrà avvenuto nei pressi dello stadio Meazza poco prima del fischio d’inizio di Inter-Napoli, nei quali ha perso la vita Davide Belardinelli. Boban non ha usato mezze misure: «Che delusione. Quanto successo è una vergogna del calcio e dell’umanità. Serve collaborazione con la giustizia. La partita probabilmente sarebbe stata da sospendere». 

Ma non si ferma qui il vicesegretario generale della Fifa, che, cambiando argomento, chiarisce il suo pensiero circa gli impegni del calendario calcistico e lancia una sfida dal gusto provocatorio: «Bisogna che la Fifa si riprenda il calcio e che il calcio sia nella Fifa, che non si parli solo di business e politica. È stata questa la chiave della campagna di Infantino come presidente. Abbiamo idee che non possono condividere tutti, ma dobbiamo pensare a sviluppare il calcio globalmente». E qui la linea dura: «Sbarazziamoci della Confederations Cup. Il Mondiale per club così non serve a nessuno. Ogni persona che abbia una cultura calcistica lo considera inaccettabile».