Pecchia: vinci o sei fuori!

Iscriviti
pecchia
© foto www.imagephotoagency.it

Ultima chance per il tecnico del Verona. Sabato da Sassuolo la sua squadra deve tornare con una vittoria per assicurare la permanenza di Pecchia all’ombra dell’Arena.

 

Pecchia è alle corde. Sa che sabato pomeriggio contro il Sassuolo, lui è all’ultima chiamata.

Sembra infatti che la società dell’Hellas Verona abbia già sondato il terreno per trovare il sostituto del tecnico scaligero che in questo avvio di campionato, complici certo una serie di importanti infortuni, ha condotto i suoi alla conquista di 6 punti in 13 partite con una sola vittoria, 3 pareggi e ben 9 sconfitte che hanno attestato il verona al penultimo posto in classifica da dove sempre non essere in gradi di risalire.

L’aveva detto Pecchia stesso, alla fine della partita persa lunedì sera in casa contro il Bologna, di sentirsi in bilico e comunque pronto ad accettare ogni decisione che sarebbe arrivata dalla dirigenza gialloblù. Il ds Filippo Fusco lo aveva confermato, ma ormai era chiaro che la fiducia fosse a tempo e sicuramente fortemente condizionata dal risultato del match di sabato contro il Sassuolo.

Sarebbero quattro i nomi dei possibili sostituti sulla panchina veronese. Tolto infatti Massimo Oddo, che si è già accasato ad Udine dopo l’esonero di Gigi Delneri, resta forte il nome di Edy Reja che ha già allenato il Verona e in possesso di quella esperienza nel campionato italiano che potrebbe essere l’arma in più per giocarsi la salvezza fino alla fine della stagione. Circola da settimane anche il nome di Beppe Iachini, che però non sarebbe proprio ben visto nella città dell’Arena.

Due nomi poi sono legati a stagioni non proprio esaltanti, ma sono pronti a riscattarsi e a far valere il loro potenziale e sono Stefano Colantuono e Mimmo Di Carlo.

Difficili invece gli arrivi di nomi che farebbero di certo impazzire la tifoseria scaligera come quelli di Francesco Guidolin e Andrea Mandorlini.

Tutto dipenderà comunque da Pecchia. Se riuscirà a portare a casa il risultato rimarrà seduto sulla sua panchina, in caso contrario il suo futuro sarà tutto da valutare.

Intanto la squadra prosegue il ritiro in vista del match di sabato. Prosegue intanto il ritiro della squadra che nel corso dell’allenamento mattutino al Centro Sportivo di Collecchio (Parma), ha iniziato la seduta con riscaldamento e torelli, per passare successivamente ad esercizi di rapidità ed esercitazioni tattiche. L’allenamento si è concluso con una serie di tiri in porta e una partitella.

Franco Zuculini si è allenato con la squadra, mentre non si sono allenati con il gruppo Ferrari, Kean e Pazzini.

I gialloblù torneranno in campo domani, prevista una seduta mattutina.