Connettiti con noi

Calcio Estero

Pimenta: «Haaland e Mbappè tra i migliori, Donnarumma felice. E Pogba…»

Pubblicato

su

Rafaela Pimenta, potente agente che ha raccolto l’eredità di Mino Raiola, ha parlato in un’intervista esclusiva alla GdS

Rafaela Pimenta, potente procuratrice, ha parlato in un’intervista alla Gazzetta dello Sport.

PARLARE DI MERCATO – «Volentieri. Sono curiosa di scoprire cosa accadrà a gennaio con il Mondiale a metà stagione. Di sicuro ci saranno degli innamoramenti per i giocatori che si metteranno in mostra. Ma potranno cambiare subito maglia? Magari ci sarà la corsa a prenotarli per l’estate».

POGBA – «Paul è stato invitato dalla Francia in Qatar, ma ha deciso di andare a farsi visitare a Pittsburgh e restare a lavorare durante le vacanze. Dopo l’amarezza per questo Mondiale mancato e per l’apporto che non ha potuto dare alla Juventus vuole recuperare il tempo perduto. Quindi niente svaghi, ma solo tanto lavoro per tornare il più in fretta possibile a disposizione di Allegri».

OPERARSI TARDI – «Ha solo ascoltato un parere medico, non ha deciso d’istinto».

DONNARUMMA – «Al Psg ha superato bene le difficoltà iniziali. La sua è stata una scelta sportiva per mettersi in discussione e accrescere le sue esperienze: non è andato via dal
Milan per motivi economici».

FUTURO – «È tutto da scrivere, ha una carriera davanti. Invece ha fatto una scelta da tifoso Alessio Romagnoli: poteva andare in Premier e guadagnare di più, adesso nella Lazio si sente felice».

HAALAND – «La scelta di Erling è stata innanzitutto tecnica. Quando Guardiola e il City hanno dato garanzie sul suo utilizzo in campo la trattativa è andata in discesa. Non ha
pesato il precedente di Zlatan, perché l’agente deve fare un passo indietro rispetto all’interesse del calciatore».


COSA LO ASPETTA – «Haaland e Mbappé sono certamente le stelle destinate a raccogliere l’eredità di Messi e Ronaldo. È bello che si creino queste rivalità. Erling però sta bruciando
le tappe: sono di parte ma è destinato a primeggiare. La sua forza? La normalità».

NOME NUOVO – «Scommetto su Wesley, il terzino arrivato troppo giovane alla Juve.
Col Cruzeiro di Ronaldo è stato promosso, può tornare in Europa da protagonista».







News

video