Connettiti con noi

Conference League

Roma da impazzire, Mou tiene a galla il calcio italiano

Pubblicato

su

roma

Nella grande notte dell’Olimpico la Roma di Josè Mourinho fa sorridere il calcio italiano e vola in finale di Conference League

Ci voleva la Roma per regalare un momento di gioia al calcio italiano, ancora una volta ai margini dell’elite continentale. La deludente campagna di Champions League e la forse ancor meno soddisfacente avventura di Europa League risollevate dall’ultima arrivata delle competizioni.

La neonata Conference League avrà dunque i giallorossi a contendere il trofeo al Feyenoord, capace di estromettere un po’ a sorpresa il Marsiglia. Non meno sofferta la vittoria di Pellegrini e compagni, brillanti e aggressivi nei minuti iniziali al punto di sbloccare subito la contesa grazie alla zuccata di Abraham.

E poi estremamente concreti e compatti nel gestire i tentativi del Leicester sotto la sguardo attento e commosso di Sir Claudio Ranieri, osannato da una standing ovation da brividi dell’Olimpico. Ma l’allenatore protagonista è stato senza dubbio lui, José Mourinho, tornato in versione Special One anche per la partecipazione e la carica durante i novanta minuti.

Il portoghese si conferma maestro in Europa, cogliendo l’ennesima finale continentale con la quarta formazione diversa. E con l’obiettivo di conquistare il quinto alloro della sua incredibile e luminosa carriera dopo quelli raccolti con Porto (Coppa UEFA e Champions), Inter (Champions) e Manchester United (Europa League).

A Tirana il prossimo 25 maggio l’occasione d’oro per rinverdire la bacheca italiana, impolverata proprio da quel magico 2010 nerazzurro. Mettendo il proprio marchio sulla prima edizione della Conference League e riportando un trofeo nella Capitale dopo quasi quindici anni. Un sogno a tinte giallorosse, ma in fondo anche un po’ tricolore.