Roma, Ranieri: “D’accordo con Mourinho sul calcio italiano”

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

L’allenatore della Roma, Claudio Ranieri, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della finale di Coppa Italia che domani andrà  in scena all’Olimpico di Roma.

Il tecnico ci tiene subito ad aprire con una premessa: “Non parlerò di Lazio-Inter. Questa per noi è una finale che rappresenta la fine di un percorso iniziato con mille difficoltà , alle quali abbiamo saput reagire fino a diventare tutt’uno con il nostro pubblico. Noi e l’Inter siamo le protagoniste di questo finale e non c’è nessuna favorita, che vinca il migliore. Cosa raprpesenta per noi? Difficile stabilirlo, ci sono dei cicli nel calcio. La Roma dopo aver vinto la scudetto ha dovuto rivedere i propri piani ed è stata saggia nel trovare buoni giocatori ai giusti prezzi. Moratti invece è una vita che spende ed è giusto che in parte ora raccolga la soddisfazione che merita. Complimenti all’Inter, ma complimenti anche alla Roma”.

Se Roma-Inter va oltre l’esperienza della finale di Coppa? “Sarà  una sifda tra protagonistie di questo campionato. L’Inter vince lo scudetto ormai da quattro anni e sta facendo bene anche in Champions. Siamo orgogliosi di poter affrontare una corazzata come questa in finale di Coppa Italia. Abbiamo grande rispetto per loro, ma giocheremo la nostra partita. L’Inter potrebbe sottovalutarci? Non penso che possa fare questo errore. I nerazzurri faranno di tutto per vincere, così come noi. Con Mourinho i rapporti sono buoni. Lo stimo. Sta facendo benissimo anche nel campionato italiano e si merita tutti i successi che sta conseguendo”.

Sulle condizioni di Pizarro e Vucinic: “Entrambi stanno bene” e poi sullo stato di forma di Totti: “Ci speravo, ha avuto dei problemi, ma quando è in buone condizioni fisiche la squadra ne trae vantaggio ed io sono contento”.

Una battuta anche su quello che spesso viene ribattuto da Mourinho, ossia che non gli piace il calcio italiano, e Ranieri risponde a sorpresa: “Sono d’accordo. Perchè? Per i suoi stessi motivi”.

Sullo scudetto: “Non ne ho parlato per niente, c’è una finale di Coppa Italia da giocare e l’abbiamo messo da parte. Ora facciamo del nostro meglio per battere l’Inter con grande spirito di sacrificio e determinazione. Il discorso scudetto lo riapro giovedì mattina”.