Come vedere Serbia-Brasile in streaming e in diretta tv

Serbia-Brasile, ultima giornata girone E Mondiali Russia 2018: le info per vedere la partita in diretta ed in streaming, probabili formazioni, precedenti, info e curiosità

Serbia-Brasile è la partita valida come ultimo turno del gruppo E dei Mondiali di Russia 2018: la gara, prevista per le 20 (ora italiana) presso l’Otkrytie Arena di Mosca, meglio nota come Spartak Stadium, di mercoledì 27 giugno 2018, si giocherà in contemporanea con l’altro decisivo match del girone, quello tra Svizzera e Costa Rica. Per il Brasile di Tite il primo vero snodo fondamentale di questa edizione della Coppa del Mondo dopo il deludente esordio contro la Svizzera (1 a 1) e la vittoria raggiunta in extremis venerdì scorso contro la Costa Rica (2 a 0): alla formazione verdeoro potrebbe bastare un pareggio per la qualificazione agli ottavi di finale, ma è chiaro che una vittoria con tanti gol potrebbe garantire meglio il primo posto nel girone. Diversa la situazione per la selezione di Mladen Krstajic, reduce dall’inopinata sconfitta subita in rimonta dalla Svizzera venerdì (1 a 2) dopo il buon esordio con la Costa Rica (vittoria per 1 a 0): per passare il turno servirà vincere, perché il pareggio difficilmente potrà valere la qualificazione anche in caso di impronosticabile sconfitta svizzera con i costaricani (servirebbe una migliore differenza reti o un maggior numero di gol segnati ed al momento la Svizzera e a +1 su entrambi i fronti).

Serbia-Brasile verrà trasmessa a partire dalle ore 20 in diretta in chiaro sulle frequenze di Italia 1 (anche in HD al canale 506 del digitale terrestre) e su quelle di Mediaset Extra (canale 34 del digitale terrestre, 534 in HD) in contemporanea con Svizzera-Costa Rica con il commento irriverente della Gialappa’s Band, ma non solo. La gara potrà essere infatti seguita anche in streaming per pc, smartphone e tablet su tutti i device iOs, Android e Windows Mobile direttamente dal sito di Mediaset ed in radio sulle frequenze di Radio 1. Ricordiamo inoltre che la partita sarà disponibile in diretta testuale live sul nostro sito con ampio pre-partita, quindi sintesi, pagelle ed approfondimenti alla fine.

 CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI SERBIA-BRASILE 


Serbia-Brasile: probabili formazioni

QUI SERBIA – Difficilmente Krstajic muterà il proprio atteggiamento tattico: ancora spazio dunque al 4-2-3-1 di natura più che altro offensiva già visto all’opera contro Costa Rica e Svizzera. In termini di interpreti non dovrebbe cambiare moltissimo, ma qualche novità è possibile: se in difesa ed a centrocampo non dovrebbero esserci tutto sommato sorprese, con le conferme di giocatori chiave quali Branislav Ivanovic e del romanista Aleksandar Kolarov sulle corsie, o di Nemanja Matic e Luka Milivojevic a fare da diga in mezzo al campo, in attacco si riflette sulla possibilità di dare un’ultima chance ad Adem Ljajic, presente in campo – ma impalpabile – contro Costa Rica. Il torinista potrebbe tornare ad affacciarsi nuovamente largo a sinistra al posto di Filip Kostic, che ne aveva rilevato il posto contro la Svizzera. A destra invece confermato Dusan Tadic, così come la stella Sergej Milinkovic-Savic al centro, immediatamente alla spalle dell’unica punta, l’intoccabile Aleksandar Mitrovic.

QUI BRASILE – Il 4-2-3-1 schierato da Tite contro Svizzera e Costa Rica non ha convinto del tutto tifosi e giornalisti: possibile allora il passaggio ad un 4-3-3, già provato a più riprese nell’ultimo biennio, di natura prettamente più offensiva al fine di assicurare agli attaccanti il giusto rifornimento di palloni in area. Nel quartetto difensivo – fin qui autore comunque di buone prestazioni – non dovrebbe mutare nulla: confermati quindi Thiago Silva e Joao Miranda al centro, così come Marcelo e l’outsider Fagner sulle fasce. In mezzo al campo, di fianco al solidissimo duo composto da Paulinho e Casemiro, potrebbe aggiungersi in una posizione leggermente più avanzata Philippe Coutinho, vera e proprio trascinatore dei brasiliano fino a questo momento, utilizzato però fino a venerdì scorso come trequartista puro. In attacco ecco la novità di modulo, con Willian a destra e Neymar a sinistra liberi di svariare su tutto il fronte offensivo – in posizione più avanzata rispetto al recente passato – in aggiunta all’unica punta Gabriel Jesus. Out per infortunio invece Douglas Costa, utilizzato dal commissario tecnico brasiliano per spaccare le partite in corso d’opera: per lo juventino, si sospetta, Mondiale finito a causa di un problema muscolare alla coscia destra.

PROBABILE FORMAZIONE SERBIA (4-2-3-1) – Stojkovic; Ivanovic, Milenkovic, Tosic, Kolarov; Matic, Milivojevic; Tadic, Milinkovic, Ljajic; Mitrovic. Allenatore: Krstajic
PROBABILE FORMAZIONE BRASILE (4-3-3) – Alisson; Fagner, Thiago Silva, Miranda, Marcelo; Paulinho, Casemiro, Coutinho; Willian, Gabriel Jesus, Neymar. Allenatore: Tite

coutinho brasile mondiali 2018


Serbia-Brasile: statistiche e curiosità

  • Serbia (anche sotto la denominazione di Jugoslavia) e Brasile ai Mondiali si sono affrontate in totale quattro volte finora: una vittoria per parte e due pareggi il bilancio
  • Jugoslavia-Brasile fu in assoluto la prima partita della storia dei Mondiali nel 1930: la gara terminò con il punteggio di 2 a 1 per la selezione balcanica
  • Complessivamente, non tenendo conto soltanto delle partite dei Mondiali, Serbia/Jugoslavia e Brasile si sono sfidate diciannove volte nella propria storia: due vittorie balcaniche (le due di cui sopra), poi sette pareggi e dieci vittorie brasiliane
  • Considerando soltanto la Serbia come nazione indipendente, questa sarà la sua seconda sfida in assoluto col Brasile: la prima fu in amichevole nel giugno 2014 con vittoria verdeoro per 1 a 0
  • Il Brasile, tenendo conto di tutte le competizioni internazionali degli ultimi anni, risulta imbattuto da ben tredici partite di fila nei novanta minuti di gioco (nove vittorie e quattro pareggi) ed ha subito durante questa striscia soltanto tre gol
  • Il Brasile ha vinto solo una delle ultime sette partite ai Mondiali contro nazionali europee (la vittoria contro la Croazia per 3 a 1 nel 2014): per il resto due pareggi e quattro sconfitte
  • Da quando la Serbia è indipendente, ha perso tutte le partite dei Mondiali in cui ha subito almeno un gol, ovvero ha sempre vinto quando non ha subito reti
  • Il serbo Mitrovic, soltanto nel 2018, ha segnato diciotto gol in ventisei partite finora tra club e nazionale
  • Coutinho ha sempre segnato in tutte e tre le ultime partite giocate col Brasile
  • Nelle ultime diciassette partite col Brasile, Neymar ha partecipato attivamente a diciotto dei gol segnati con dieci gol ed otto assist

Serbia-Brasile: l’arbitro del match

L’arbitro di Serbia-Brasile sarà l’iraniano Alireza Faghani, 40 anni, al secondo Mondiale in carriera (nel 2014 però si era limitato a fare da quarto uomo soltanto). Faghani, che ha già arbitrato una partita in questa edizione della Coppa del Mondo (Germania-Messico 0-1), non ha mai fischiato la Serbia in carriera, mentre in compenso ha già arbitrato un paio di volte la selezione olimpica brasiliana agli ultimi giochi di Rio de Janeiro, nel 2016: nella fase a gironi (Danimarca-Brasile 0-4) e soprattutto in finalissima (Germania-Brasile 1-1 dopo i tempi regolamentari con vittoria verdeoro ai calci di rigore per 6 a 5): in entrambe le occasioni c’erano in campo alcuni dei giocatori che potrebbero giocare anche con la Serbia, tra i quali Neymar e Gabriel Jesus.