Serie A: da Kalinic a Marchisio, da Milik a Gonalons, ma non chiamatelo turnover

Serie A: da Kalinic a Marchisio, da Milik a Gonalons, ma non chiamatelo turnover
© foto www.imagephotoagency.it

Il turno infrasettimanale di Serie A sarà l’occasione per il riscatto di tanti giocatori che in questa stagione, per un motivo o per un altro, hanno avuto poco spazio

Benedetto turno infrasettimanale, avranno pensato in tanti: finalmente in questa 33esima giornata di Serie A vedremo all’opera chi ha giocato meno. Addio undici titolare, mescoliamo le carte, spazio alle riserve: senza offesa, però. Perché chiamare riserva uno come Arkadiusz Milik, che le probabili formazioni di oggi vogliono in campo dal primo minuto di Napoli-Udinese è un errore concettuale.

Lo stesso si può dire in casa Juventus, che contro il Crotone darà tempo e modo al portiere titolare della Polonia, un certo Szczesny, di prendere confidenza con il ruolo che dalla prossima stagione sarà suo soltanto (si veda l’addio di Buffon). Così come non si può parlare di Marchisio come subalterno di nessuno: il Principino non è secondo a nessuno nel cuore dei tifosi bianconeri e stasera potrebbe avere il suo riscatto.

Riscatto che vorrebbe trovare una volta per tutta pure Nikola Kalinic. Lui che da titolare designato dell’attacco del Milan si è ritrovato addirittura terza scelta, alle spalle di Cutrone e André Silva. Alla Roma una situazione simile l’ha vissuta Gonalons, un decennio a guidare il Lione nei campi di tutta Europa e una volta arrivato nella Capitale riscopertosi incapace di essere leader. Questa notte sarà diversa, però. Così sperano le riserve non riserve. I titolari finiti in panchina, diciamo così.