Serie A: Genoa – Cagliari, pagelle

© foto www.imagephotoagency.it

E’ M’Baye Niang il migliore in campo quest’oggi al Marassi, Male Sau tra gli ospiti

Vince il Genoa con un secco 2-0 che inferisce un colpo letale alle speranze salvezza del Cagliari di Zeman: tre legni per i sardi nella prima frazione, poi le reti di Niang e Iago Falque in un secondo tempo dominato dagli uomini di Gasperini.

Genoa (3-4-3): Lamanna 6.5; Roncaglia 6.5, Burdisso 6.5, De Maio 6; Edenilson 5.5 (al 60’ Kucka 6), Rincon 6, Bertolacci 6.5, Marchese 6; Iago Falque 7 (all’85’ Laxalt s.v.), Niang 7, Perotti 7 (all’80’ Lestienne 6)

Cagliari (4-3-3): Brkic 6.5; Balzano 5, Ceppitelli 5.5, Rossettini 5.5, Avelar 5.5; Dessena 5.5, Crisetig 6, Ekdal 6 (al 63’ Joao Pedro 6); Farias 5.5 (al 63’ Longo 6.5), Sau 5, M’Poku 6.5

GENOA – IL MIGLIORE

Niang 7: Nel primo tempo il Genoa fatica ma lui è l’unico a rendersi vivo con intraprendenza e qualità: tiene viva la sua squadra e le consente di guadagnare metri importanti di campo quando asfissiata dal pressing del Cagliari. In avvio di ripresa dà il là alla vittoria rossoblu con il gol che sblocca la gara, ha impressionante fisicità e può crescere esponenzialmente nell’immediato futuro.

GENOA – IL PEGGIORE

Edenilson 5.5: Il Genoa sale nella ripresa quando lui, dopo appena un quarto d’ora, lascia il campo per l’ingresso di Kucka: prima non aveva offerto la migliore delle sue prestazioni, qualche disimpegno sbagliato di troppo ed una fase di spinta non costante come in altre occasioni. In fase difensiva prova a sostenere Roncaglia sui movimenti degli attaccanti sardi.

CAGLIARI – IL MIGLIORE

M’Poku 6.5: Cala di schianto in un secondo tempo giocato malissimo dal Cagliari ma nella prima frazione mette in scena gran parte del suo repertorio: velocità, fisicità, conclusione dalla distanza. Spacca letteralmente la traversa con una splendida botta dalla distanza, sfortunati gli ospiti nella circostanza. Nella ripresa come detto il Cagliari fatica ma quando la palla arriva dalle sue parti resta viva quantomeno una sensazione di pericolosità.

CAGLIARI – IL PEGGIORE

Sau 5: Male, malissimo. Completamente assente nella ripresa, il problema però è che anche quando è il suo Cagliari a dettare ritmi ed imporre il proprio calcio di lui non c’è traccia. Involuto? Senz’altro non è la sua stagione. Statico, quando invece aveva abituato ad un dinamismo che aveva fatto impazzire diversi difensori della Serie A. Da ritrovare.

TABELLINO – GENOA – CAGLIARI 2-0

Marcatori: Niang (G) 52’, Iago Falque (G) 58’

Ammoniti: Genoa – Edenilson, Niang; Cagliari – Dessena, Ceppitelli, Crisetig

Espulsi:

Genoa (3-4-3): Lamanna; Roncaglia, Burdisso De Maio; Edenilson (al 60’ Kucka), Rincon, Bertolacci, Marchese; Iago Falque (all’85’ Laxalt), Niang, Perotti (all’80 Lestienne). In panchina: Sommariva, Izzo, Prisco, Tambè, Mandragora, Bergdich, Borriello, Pavoletti. Allenatore: Gian Piero Gasperini

Cagliari (4-3-3): Brkic; Balzano, Ceppitelli, Rossettini, Avelar; Dessena, Crisetig, Ekdal (al 63’ Joao Pedro); Farias (al 63’ Longo), Sau, M’Poku. In panchina: Colombi, Cragno, Gonzalez, Murru, Capuano, Conti, Husbauer, Barella, Cop. Allenatore: Zdenek Zeman