Sousa: «Vogliamo passare, non solo gestire il vantaggio»

sousa fiorentina
© foto www.imagephotoagency.it

Le parole di Paulo Sousa, allenatore della Fiorentina, ha parlato alla vigilia del match di ritorno di Europa League contro il Borussia Mönchengladbach. Le ultimissime notizie

Fiorentina – Borussia Moenchengladbach vista da Paulo Sousa – 22 febbraio, ore 14.00

Mister Paulo Sousa è intervenuto nella conferenza stampa odierna in vista del match di Europa League, rispondendo così alle domande dei cronisti accreditati: «Lavoriamo per essere pronti in ogni occasione, sappiamo che giocare in casa ci dà il 20 barra 30% in più. Dovremo scendere in campo con un’attitudine propositiva, non aspettare l’avversario. Abbiamo l’obbligo di giocare per fare gol, vincere e non gestire il vantaggio. Domande sul mio futuro? Non mi danno affatto fastidio: frequento il mondo del calcio da 30 anni e so che fanno parte del gioco».

Fiorentina – Borussia Moenchengladbach: parla Sousa – 22 febbraio, ore 13.10

Paulo Sousa, allenatore della Fiorentina, ha parlato in vista della sfida con il Borussia Mönchengladbach, gara valida per il ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League. Tanti i temi trattati dal tecnico a “Sky Sport“: «Il Borussia è una squadra costruita per la Champions e con il nuovo allenatore hanno trovato nuove motivazioni e partita dopo partita le cose sono migliorate. Ci attende una partita intensa: ci attende un’altra impresa e una partita perfetta in ogni momento della gara. Bernardeschi e Chiesa? E’ già stato detto tanto su di loro. Hanno valori importanti e lo testimoniano sempre in campo, hanno sempre grande voglia di vincere e di onorare la nostra maglia. Hanno grandi qualità e loro rappresentano un po’ tutto questo e spero che anche domani, se saranno in campo, possano regalare il loro massimo livello di prestazione. Futuro? Qualsiasi persona affronta il futuro pensando al presente. Il presente è cercare di prendere il massimo dai nostri ragazzi, dal collettivo che ci possa permettere di vincere. Vincere l’Europa League? Il mio pensiero è vincere la partita di domani per andare avanti. Chi passa il turno ha grosse possibilità di andare fino in fondo. Io ci credo, sono fiducioso nella proposta di calcio che cerco di passare ai ragazzi. Vedo la squadra fiduciosa, vogliosa di fare bene e questo mi dà fiducia. Rodriguez e Kalinic? Quella di Nikola è stata una situazione particolare ma ha fatto capire che non è una persona ‘normale’ ma è una persona straordinaria, con qualità umane e tecniche. Gonzalo ha fatto due grandi prestazioni nelle ultime due sfide e sono contento di vederlo così e spero che resti così fino alla fine della stagione. Noi siamo qui per onorare la maglia e la città e stiamo dando il meglio per farlo».