Stellini: «Skriniar e Conte due assenze pesanti. Dopo il pari con il Sassuolo…»

© foto www.imagephotoagency.it

Cristian Stellini, vice allenatore di Antonio Conte, ha parlato a Inter Tv alla vigilia del match contro il Parma. Le sue parole

Cristian Stellini, vice allenatore di Antonio Conte, ha parlato a Inter Tv alla vigilia del match contro il Parma. Le sue parole riportate da Fcinternews.

MATCH – «Partita importante perché tutte le partite sono importanti, e oltre tutto perché questa viene da un pareggio fastidioso come quello in casa contro il Sassuolo. È stato analizzato e queste esperienza sarà importante: abbiamo capito che contro il Parma la precisione sotto porta deve essere un’arma importante per portarci alla vittoria»

ANDATA«Fu un pareggio nel quale ci siamo complicati la vita nel primo tempo, creandoci dei problemi da soli. Poi la partita l’abbiamo ripreso la partita e giocata bene e con intensità, sapendo però che il Parma rimane un avversario difficilissimo per chiunque in Serie A e quindi anche per noi. Dovremmo essere all’altezza di un avversario complicato e fare un’ottima prestazione perché altrimenti tutte le partire diventano difficili»

SASSUOLO – «Abbiamo fatto un lavoro psicologico dopo il pareggio. In questo periodo, in particolare dopo il lockdown, tutti noi stiamo vivendo un’esperienza nuova e che non dà punti di riferimento, nella quale noi sappiamo dove siamo ora ma non dove saremo dopo tot le partite. Ne abbiamo 11 da fare e una alla volta ci porterà al risultato che meriteremo di avere. Dobbiamo viverle una alla volta, sapendo che le incognite sono tante e ognuna diventa fondamentale. Dobbiamo prepararle recuperando sempre le energie fisiche e psicologiche, perché senza la testa è difficile che il fisico ti sorregga»

INFORTUNATI – «Noi contiamo di recuperare qualcosa, oggi faremo le valutazioni finali con il mister e lo staff. Ci speriamo e stiamo lavorando per quello, ma in questo momento però non possiamo avere delle certezze, le avremo di maggiori stasera. Siamo sì corti a centrocampo, ma abbiamo anche la massima fiducia per chi scenderà in campo»

TURNOVER – «Fare previsioni è difficile, è una situazione totalmente nuova e non abbiamo un’esperienza vissuta per capire cosa potrebbe accadere. Dobbiamo vivere un po’ alla giornata, programmando. È un aspetto nuovo e quindi dobbiamo essere intelligenti per capire quali sono i momenti futuri, perché sappiamo come partiamo ma non come e in che momento arriveremo. Non si sa neanche quale sarà la fine, quindi non si ha un reale programma. Bisogna essere bravi e preparare ogni partita e quella contro il Parma ora è la più importante»

CONTE E SKRINIAR – «Sono entrambe due assenze importantissime, entrambi non sono mancati quasi mai. Fortunatamente però arriveremo alla partita con il nostro allenatore e la fiducia di  tutti. La preparazione alla gara sarà la stessa, quindi le motivazioni rimarranno le stesse e il mister sarà sempre presente»

ERIKSEN – «È chiaro che la crescita non è mai continua, dovrà essere costante, anche se ogni partita fa storia a sé. Noi siamo più che soddisfatti di quello che Christian sta facendo, come tutti i suoi compagni. Ci aspettiamo un continuo progredire dei suoi miglioramenti, ma ne siamo sicuri»

CALDO – «È normale, lo abbiamo visto anche in Germania che all’inizio c’è stato un calo nell’intensità,  ripartita prima di tutti. Il calo dell’intensità è fisiologico, ce lo si aspettava. Poi dovremo fare un buon lavoro per recuperare le energie psicofisiche perché tutte le partite sono importanti e vogliamo mantenere il nostro ritmo e le nostre intensità sempre alti»