Sticchi Damiani: «Il Lecce merita la salvezza, peccato che non ci saranno i tifosi domenica»

Sticchi Damiani
© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente del Lecce, Saverio Sticchi Damiani, ha parlato in conferenza stampa a due giorni dal match salvezza contro il Parma

Saverio Sticchi Damiani, presidente del Lecce, ha parlato in conferenza stampa a due giorni dal match salvezza contro il Parma. Le sue parole riportate da leccenews24.it.

SALVEZZA – «La salvezza sapevamo sarebbe stata difficile da raggiungere, perché eravamo una neo-promossa. Arrivare all’ultima giornata a giocarci l’obiettivo è un grande risultato, dopo un campionato difficile e reso ancora più massacrante a causa dello stop. Siamo ancora in corsa per l’ultima battaglia. Sicuramente questo campionato ha detto che il Lecce ha fatto particolarmente meglio del Brescia, che lo scorso anno ha vinto il campionato, o della Spal che da anni è in A. Adesso stiamo concorrendo per l’ultimo posto al sole, contro una squadra costruita per obiettivi ben più importanti. È stato bravo anche il Verona a tirarsi fuori dalla lotta salvezza. Questa corsa a due arriva dopo una battaglia fatta contro club più forti ed esperti di noi».

VAR – «Ho chiesto a tutti di fare uno sforzo e non voltarsi più indietro. Ho detto che non voglio sentire frasi del tipo ‘se fosse accaduto quello o quell’altro…’. Tra i vari rimpianti ci sono alcune scelte sfortunate soprattutto del Var. Tra le tante avute ne sarebbe bastata una a nostro favore per partire in vantaggio rispetto al Genoa. Non ci pensiamo più».

DUE GARE VERE – «Mi auguro che sia così, sono sicuro sarà così. Conosco la correttezza delle squadre che andremo ad affrontare noi e il Genoa. Sono rammaricato perché sin da ieri, fin dalle prime interviste fatte sul tema, ci sono queste domande capziose. Poi qualche sito ha voluto fare titoli ad effetto, per fare qualche click. Siamo qui ad agosto per combattere fino all’ultimo secondo, su ogni pallone: chi retrocederà pagherà in maniera esagerata, entrambe avremmo meritato la salvezza. Abbiamo onorato il campionato».

PORTE CHIUSE – «Questo è il mio grande rammarico, non aver potuto affrontare questa volata salvezza con il nostro valore aggiunto, senza il nostro pubblico e i 20mila abbonati. Questa sarebbe stata una partita in cui il Via del Mare non avrebbe dato respiro agli avversari e avrebbe dato una spinta alla nostra squadra. Però, a tutti i nostri tifosi, dico: godiamoci questa partita, questa occasione unica, senza ansia e con passione. Qualsiasi sia il risultato finale o il campionato del prossimo anno, prometto che faremo ancora una volta le cose seriamente».