Calciomercato, tutte le principali trattative della settimana

© foto www.imagephotoagency.it

Calciomercato Serie A, è il Milan la grande protagonista dell’estate: colpaccio Bonucci, arriva anche Biglia ed ora è testa a testa Morata-Belotti per l’attacco

E’ l’estate del Milan, questo era chiaro ormai da tempo. Ma è stata, in particolare, la settimana di Leonardo Bonucci (vedi l’articolo: Bonucci a Casa Milan: foto e video del delirio rossonero). Con un’operazione tanto rapida quanto clamorosa, infatti, il difensore centrale azzurro si è trasferito dalla Juventus ai rossoneri per la bellezza di 42 milioni di euro. Ma per Fassone e Mirabelli non è stato l’unico colpo in entrata: il più recente della lunghissima serie porta il nome del play Lucas Biglia, in uscita dalla Lazio (Biglia, il video della gaffe al primo giorno di Milan: «Forza Lazio!»). E non è certo finita qui: manca all’appello una punta di profilo internazionale, il testa a testa più accreditato nelle ultime ore è così quello tra Morata e Belotti (Milan vicino a Morata: cifre folli per la punta del Real).

Dubbi su Schick alla Juve, la Roma ingaggia Under ma perde Rudiger, il Torino beffa il Napoli per Berenguer

Decisamente meno sfolgorante il mercato delle altre big. A partire proprio dai bianconeri, orfani a questo punto di uno dei leader carismatici dello spogliatoio e con il dubbio legato ad un affare che sembrava ormai concluso come quello che potrebbe portare al talento Schick dalla Samp (Schick è un rebus: Juve e Samp in attesa, spuntano tre pretendenti). Le priorità di Marotta e Paratici convergono ora verso un secondo portiere per sostituire Neto (Szczesny-Juve: il portiere in Italia questa settimana), un terzino destro che colmi il vuoto lasciato da Dani Alves (Cancelo, Pereira o Vidal per il dopo Dani Alves alla Juve), un centrocampista di peso per il 4-2-3-1 di Allegri (Matic chiodo fisso della Juve, ma occhio a Inter e United) e un esterno d’attacco che permetta un salto di qualità alla linea dei trequartisti (Juve, Bernardeschi in 72 ore: l’aiutino è Sturaro). La Roma dal canto suo ha messo le mani sul talentuoso turco Under (Cengiz Under è della Roma: ecco quanto è stato pagato) e continua a trattare con il Sassuolo per arrivare a Defrel (Defrel alla Roma, è fatta: le cifre dell’accordo), ma intanto ha perso un altro dei suoi tasselli più importanti: dopo Salah e Paredes, è stata la volta del difensore Rudiger sposare la causa del Chelsea e lasciare la capitale (Rudiger dimentica la Roma: «Il Chelsea è di un altro livello»). Beffa anche per il Napoli, determinato a trattenere tutti i suoi pezzi pregiati e a rinfoltire la rosa con innesti del calibro di Ounas e Berenguer: se il primo è arrivato, il secondo si è invece accasato a sorpresa al Torino (Clamoroso sorpasso al Napoli, Berenguer è del Torino: ufficiale). Fase di stallo anche in casa Inter, che anzi teme di perdere Perisic destinazione Premier League (Perisic, bomba dall’Inghilterra: accorto tra Inter e Manchester United). Gli obiettivi sensibili restano un centrocampista, affascinanti ma complicate le piste che portano a Vidal e Nainggolan (Vidal obiettivo dell’Inter, ma il Bayern offre il rinnovo), ed un esterno d’attacco, con Keita e Martial in pole position (Keita lascia il ritiro della Lazio e va a Milano: ecco perché).

Verona scatenato con Cerci e Cassano, la Lazio si consola con Lucas Leiva, Orsolini in prestito all’Atalanta

Tra le altre compagini di Serie A, settimana sotto i riflettori per il neo-promosso Verona: in casa scaligera sono arrivati nomi altisonanti come Cerci e Cassano (Genio e sregolatezza per l’Hellas Verona con Cerci e Cassano), ma anche elementi importanti per inseguire la salvezza come il difensore Heurtaux (Heurtaux, nuovo rinforzo per il Verona: è ufficiale). La Lazio si è consolata per la perdita del proprio capitano con l’acquisto di Lucas Leiva dal Liverpool (Lucas Leiva erede di Biglia: visite mediche con la Lazio), l’accattivante Atalanta formato europeo di Gasperini ha invece prelevato in prestito dalla Juve il giovane talento Orsolini (Orsolini dalla Juventus all’Atalanta: è ufficiale).

Condividi