Joao Mario: «Scudetto, c’è anche l’Inter»

148
Joao Mario
© foto www.imagephotoagency.it

Joao Mario, centrocampista dell’Inter, parla degli obiettivi nerazzurri ma anche del suo ruolo, del dualismo con Banega e di molto altro ancora

Joao Mario è probabilmente per importanza tattica e duttilità il miglior colpo della nuova Inter di Suning. Il portoghese si è dimostrato sin da subito indispensabile per il 4-2-3-1 di Frank de Boer dando equilibrio a una squadra votata all’attacco. Il calciatore, arrivato dallo Sporting per circa 45 milioni di euro, ha parlato a “La Gazzetta dello Sport“, dal ritiro del Portogallo, commentando il momento dei nerazzurri, le ambizioni della formazione interista, il suo personale momento («ho giocato 27 minuti contro Andorra, sto bene») e di molto altro ancora.

LE DICHIARAZIONI – Queste le parole di Joao Mario: «Ultimo periodo non facile? Credo che sia normale per una squadra in costruzione af­frontare periodo difficili come quelli che stiamo attraversan­do. Obiettivi? L’obiettivo principale è rientra­re in Champions. Mi sembra chiaro che un club come l’Inter debba stare nella miglior com­petizione. Poi, se riusciremo a cementare la posizione e sare­mo ancora vicini per giocarci lo scudetto… beh allora ci faremo trovare pronti. Ruolo? Lì in mezzo è il mio posto preferito, al centro del gioco. Banega? Possiamo giocare insieme, non vedo dove sia il problema».

Condividi