Khedira regala altri 3 punti ad Allegri: Lazio – Juventus 0-1

84
© foto www.imagephotoagency.it

Il racconto di Lazio – Juventus, sfida valida per la 2^ giornata, decisa da un gol di Sami Khedira. Sintesi, tabellino e le ultimissime

LazioJuventus la decide Khedira. Le due squadre si sono sfidate quest’oggi allo stadio Olimpico in Roma per la 2^ giornata del campionato di Serie A, stagione 2016/2017. Simone Inzaghi ha scelto un atteggiamento diverso, abbandonando, almeno per oggi, la difesa a 4 e passando a quella a 3 con l’esordio di Bastos dal 1’ minuto. Basta e Lukaku invece hanno alzato di qualche metro il loro raggio d’azione mentre nel tridente offensivo c’è spazio per Felipe Anderson, Immobile e Lulic. Allegri cambia un solo uomo rispetto alla formazione che è scesa in campo sabato scorso contro la Fiorentina: out Bonucci, assente per problemi familiari, dentro Benatia. In avanti ancora panchina per Higuain, spazio alla coppi DybalaMandzukic.

PRIMO TEMPO – Grande intensità in mezzo al campo e grande aggressività della Lazio in ogni zona del campo. I biancocelesti, autori di un ottimo primo tempo, non permettono ai bianconeri di respirare mettendo in seria difficoltà la Juve di Allegri. La prima azione pericolosa però è dei bianconeri: grazie a un rimpallo Dybala, quasi dal limite dell’area, riesce a colpire di testa in maniera sporca ma Marchetti non si fa beffare dalla traiettoria e blocca in due tempi. Al 23’ cross dalla destra del campione olimpico Felipe Anderson, Buffon sporca la traiettoria e Benatia sul secondo palo anticipa Lulic a pochi metri dalla linea di porta. Al 34’ cross di Khedira dalla destra, sinistro al volo colpito in maniera sporca di Asamoah che mette in apprensione Marchetti che controlla con qualche leggera difficoltà. Nel finale il copione non cambia: tanta intensità, tante interruzioni e zero vere occasioni da gol.

SECONDO TEMPO – La Juventus cambia atteggiamento nella ripresa: una Juve con più intensità, con un pressing alto che mette in difficoltà la Lazio e con una mentalità più offensiva che consente ai bianconeri di creare il primo grande pericolo alla porta di Marchetti. Al 57’ Alex Sandro serve Mandzukic che calcia di prima intenzione con il destro trovando la risposta efficace ma non perfetta del portiere laziale, il pallone arriva a Dybala che si sposta il pallone sul sinistro e calcia in diagonale sfiorando il palo opposto. Inzaghi inserisce Milinkovic Savic e Patric per Lulic e Lukaku, Allegri manda in campo Higuain per Mandzukic e la Juve passa: Dybala serve in profondità Khedira, Biglia liscia il pallone, de Vrij non riesce a chiudere in tempo e il tedesco con un diagonale sigla il gol dello 0-1, il secondo consecutivo in questo campionato. Inzaghi manda in campo Djordjevic per Basta giocandosi il tutto per tutto ma non cambiando modulo e spedendo Felipe Anderson a fare il quinto di centrocampo. La Lazio sfiora il pari al 75’ con Patric, il più lesto a raggiungere il pallone in area dopo una carambola, ma la sua mezza girata di destro finisce di poco alta sulla traversa. La Lazio getta il cuore oltre l’ostacolo ma le energie e le idee nel finale sono poche. Ci prova Parolo con una conclusione dalla distanza che non sorprende Buffon.

L’ANALISI – Vittoria sofferta e meritata per la Juventus che dopo un primo tempo in affanno ha spinto sull’acceleratore approfittando dell’unico errore difensivo della Lazio. Applausi ai biancocelesti che sono riusciti a giocarsela, almeno per un tempo, alla pari con la Juventus ma i tifosi laziali possono essere orgogliosi per lo spirito messo in campo dalla loro squadra.

IL TABELLINO

Marcatori: 66’ Khedira (J)

Note: Ammoniti: Radu (L); Alex Sandro, Lemina (J)

Arbitro: Guida

LAZIO (3-4-3): Marchetti; Bastos, de Vrij, Radu; Basta (72’ Djordjevic), Parolo, Biglia, Lukaku (63’ Patric); Felipe Anderson, Immobile, Lulic (59’ Milinkovic Savic). A disp.: Strakosha, Vargic, Hoedt, Wallace, Murgia, Cataldi, Leitner, Lombardi, Kishna. All.: Simone Inzaghi

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Benatia, Barzagli, Chiellini; Dani Alves (73’ Lichtsteiner), Khedira, Lemina, Asamoah, Alex Sandro; Dybala (88’ Pjaca), Mandzukic (65’ Higuain). A disp.: Neto, Audero, Rugani, Evra, Pjanic, Hernanes. All.: Massimiliano Allegri

Antonio Parrotto
Giornalista sportivo. Non vendo sogni ma solide news. E anche panini, birre e patatine.
Condividi
Articolo precedente
mandzukic-juventus-infortunio-agosto-2016-ifaLazio – Juventus 0-1: pagelle e tabellino
Prossimo articolo
juventus-bis-formazione-agosto-2016-ifaKhedira: «Felice di star bene. Oggi non era facile»