Maradona: «Il mio Napoli avrebbe fatto 4 gol alla Juve»

89
maradona ciro esposito
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex calciatore di Napoli e Barcellona continua a far parlare di sè. In occasione del suo compleanno numero 56, il Pibe de oro  ha pubblicato un video sul suo account facebook nel quale lancia una nuova marca di caffè “maradoniano”. Le parole poi ai napoletani, sulla Juventus e Higuain…

AGGIORNAMENTO 30 OTTOBRE: MARADONA E LA JUVENTUS… – Con un messaggio sul proprio account ufficiale Facebook Maradona ha voluto ringraziare i tifosi napoletani per gli auguri e, tornando alla partita di ieri, persa dagli azzurri contro i bianconeri, ha detto: «Il mio Napoli avrebbe segnato quattro gol a questa Juventus». Su Higuain: «Se ama Napoli? No, è un traditore». Auguri all’ex campione azzurro su Twitter da Aurelio De Laurentiis: «Caro Diego, tanti cari auguri di buon compleanno da parte mia e di tutto il Napoli. Ti aspetto al San Paolo».

Domani, Diego Armando Maradona, compirà il suo cinquantaseiesimo compleanno. Qualche settimana fa è stato in Italia, per prendere parte alla “Partita per la Pace“, disputata allo stadio Olimpico di Roma, alla quale hanno preso parte diverse stelle del calcio, sia del passato che del presente. In quell’occasione, il Pibe de oro, ha avuto un battibecco con un altro argentino, Juan Sebastian Veron, forse qualche ruggine legata al passato. Maradona, in ogni modo, riesce sempre a far parlare di sè. In occasione del suo compleanno numero 56, l’ex stella del Napoli, ha deciso di lanciare una nuova marca di caffè, attraverso un video pubblicato sulla sua pagina facebook.

IL VIDEO – Il Pibe de oro si è filmato durante lo svolgimento di attività fisica, intento a correre su un tapis rulant. La forma fisica non è più quella di un tempo, ma nonostante tutto, il Pibe de oro ha preferito filmarsi dopo aver svolto una corsetta di 35 minuti. All’interno del video ha sponsorizzato l’imminente lancio di una nuova marca di caffè “maradoniano”, la quale inizialmente verrà commercializzata solamente in Argentina.

Condividi