Allegri lancia il turnover spinto e sprona la Juventus: «Serve il punto Scudetto»

Allegri lancia il turnover spinto e sprona la Juventus: «Serve il punto Scudetto»
© foto Massimiliano Allegri, conferenza stampa Juventus

Massimiliano Allegri pensa a una Juventus rivoluzionata rispetto ad Amsterdam: «Domani riposeranno in molti, Ronaldo difficilmente giocherà»

La Juventus potrebbe conquistare sabato pomeriggio allo Stadio Mazza di Ferrara, contro la SPAL, il suo ottavo Scudetto consecutivo. Il tecnico bianconero Massimiliano Allegri, parlando alla vigilia del match, annuncia un ampio turnover rispetto alla squadra che ha pareggiato ad Amsterdam con l’Ajax e sprona la squadra a conquistare quel punto che significherebbe Scudetto matematico. «Domani riposeranno in molti, – ha annunciato il tecnico livornese – ho giocatori che hanno invece bisogno di giocare. Può darsi che qualcuno rimanga anche a casa. Dobbiamo conquistare il punto Scudetto, chi giocherà dovrà fare tanto. I festeggiamenti comunque sono rimandati, anche in caso di vittoria, visto che martedì abbiamo un impegno importante. La SPAL in casa è ostica e bisognerà metterci tutto l’impegno possibile».

Quindi alcune indicazioni specifiche sulla formazione: «Ronaldo difficilmente farà parte della gara, è rientrato nei limiti e non ha senso rischiarlo. Kean domani gioca, per lui sarà una gara importante. Uno fra Nicolussi o Coccolo può giocare dall’inizio. In porta ci sarà PerinBarzagli? Rientra con la squadra nel fine settimana, è venuto con noi ad Amsterdam per onor di firma, perché è un giocatore importante nello spogliatoio. Credo abbia iniziato a vedere un percorso dall’altra parte. Consigli? Non ne ha bisogno. L’importante è ascoltare e osservare. Per come lo vedo io, credo possa far parte di uno staff tecnico. Concentrandosi sui difensori, perché è un professore. Può rivelarsi un valore aggiunto per la Juventus».

In campo tornerà dal 1′ anche il colombiano Cuadrado dopo una lunga assenza per infortunio: «Cuadrado sta bene e domani gioca, – ha rivelato Allegri – non so se Douglas Costa verrà a Ferrara perché ha avuto un risentimento al polpaccio dopo la partita con l’Ajax. Avrebbe fatto meglio a lasciare la gamba sul contatto in Champions, il calcio è fatto di malizia, che è una cosa diversa dalla slealtà. Mandzukic? Ha un modo di giocare molto dispendioso, quest’anno chi ha giocato la finale dei Mondiali ha avuto problemi, mentre i nostri due finalisti di Russia 2018 stanno facendo bene. Rugani? È stato all’altezza contro l’Ajax, ci sono dei momenti in cui doveva giocare per forza, ora scopro che quando lo faccio giocare c’è scetticismo. È un bel risultato giocare con 3-4 giovani un quarto di finale».