Gasperini: «Atalanta, bisogna reagire»

Gian Piero Gasperini, allenatore dell’Atalanta, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match con il Crotone di Nicola, che si disputerà allo Stadio Adriatico di Pescara alle 19:00

Gian Piero Gasperini, tecnico dell’Atalanta, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della partita delle 19:00 contro il Crotone di Davide Nicola: «Sarà di sicuro un match importante, ma non decisivo. Dopo cinque giornata non esistono gare decisive. Con il Palermo avremmo meritato di più, abbiamo fatto di più, ma è chiaro che ora c’è bisogno di una reazione. L’Atalanta non è una squadra che non reagisce. La mia avventura in Calabria? Devo molto a Crotone, alla società e alla città. Quella era la mia prima esperienza da professionista ed è stata molto bella: ricordo con affetto molte persone. Ora, però, lavoro per l’Atalanta e l’obiettivo è migliorare, fa crescere la squadra ed ottenere risultati».

GASPERINI CONTINUA«Sicuramente per loro sarebbe stato diverso poter giocare sul loro campo, sempre molto caldo. Noi, però, non dobbiamo farci influenzare dall’ambiente, ma concentrarci solamente sugli avversari. Il Crotone è una squadra che corre molto, ha le sue caratteristiche e finora se l’è giocata con tutti». Il tecnico nerazzurro, a rischio esonero, proverà, dunque, a ribaltare le sorti della propria squadra.