Champions League, Athletic Bilbao – Napoli, pagelle

© foto www.imagephotoagency.it

Ridimensionamento non evitato dalla società, prestazione della difesa imbarazzante

PAGELLE ATHLETIC BILBAO NAPOLI – Non si è evitato l’inevitabile: le clamorose quanto annunciate mancanze difensive partenopee costringono il Napoli ad abbandonare la Champions League. Responsabilità soltanto in parte da assegnare alla scellerata prestazione odierna: il resto delle colpe (tante) vanno a chi ha scelto di non adeguare un organico non all’altezza di questo genere di sfide. E’ ridimensionamento.

Athletic Bilbao (4-2-3-1): Iraizoz 6; De Marcos 7, Gurpegi 5.5, Laporte 6, Balenziaga 5.5; Iturraspe 6, Mikel Rico 6.5; Susaeta 7 (al 72’ Lopez 7), Benat 5 (al 58’ Ibai Gomez 6), Muniain 5.5 (all’85’ San Josè s.v.); Aduriz 7

Napoli (4-2-3-1): Rafael 4.5; Maggio 4, Albiol 4.5, Koulibaly 5, Ghoulam 5 (al 56’ Britos 5); Gargano 5.5, Jorginho 4.5; Callejon 4.5, Hamsik 6.5 (al 70’ Insigne s.v), Mertens 4.5 (al 76’ Zapata s.v); Higuain 6.5

ATHLETIC BILBAO – IL MIGLIORE

Aduriz 7: E’ un gioco da ragazzi per lui depositare in rete gli amichevoli regali della retroguardia partenopea: quando esulta sembra quasi non crederci, Athletic sulle gambe ma rinsavito dagli imbarazzanti errori avversari. Lui, da vecchio felino dell’area di rigore, non si lascia pregare e riporta dopo una lunghissima assenza la sua squadra nella massima competizione internazionale.

ATHLETIC BILBAO – IL PEGGIORE

Benat 5: Era stato il peggiore all’andata al San Paolo, si conferma negativamente al San Mamés: aiuta poco la fase di interdizione del gioco avversario, si rende raramente visibile ai compagni di squadra quando invece dovrebbe legare le due sezioni di gioco. Ha un’occasione ma la manda alle stelle, Valverde – forse pentito dell’impiego da titolare – lo toglie dal campo in avvio di ripresa.

NAPOLI – IL MIGLIORE

Hamsik 6.5: Aveva risposto presente: abulico in alcune situazioni, errate determinate letture, ma il suo l’aveva fatto. Con un gol spettacolare che bastava a sancire l’accesso in Champions League: un mancino letale per precisione che non aveva lasciato scampo ad Iraizoz. Il capitano ha risposto presente mettendosi alle spalle l’anno orribile della sua carriera, peccato che dopo sia accaduto l’irreparabile. L’inconcepibile.

NAPOLI – IL PEGGIORE

Maggio 4: Paga lui in termini di peggiore in campo ma mai come in una serata del genere questo è un voto collettivo che va assegnato all’intera retroguardia partenopea: uno spettacolo talmente raccapricciante da far risultare complesso qualsiasi tentativo di spiegazione. Colpe individuali, colpe settoriali, tutto vero: responsabilità però in primissima parte da assegnare a chi ha ritenuto sufficiente – a determinati livelli – un organico del genere. Magari sperando in un sorteggio morbido. No, così non si va avanti.

TABELLINO – ATHLETIC BILBAO – NAPOLI 3-1

Marcatori: Hamsik (N) 48’, Aduriz (A) 62’, Aduriz (A) 69’, Lopez (A) 75’

Ammoniti: Athletic Bilbao – Susaeta, Napoli – Ghoulam, Higuain, Gargano

Espulsi: –

Athletic Bilbao (4-2-3-1): Iraizoz; De Marcos, Gurpegi, Laporte, Balenziaga; Iturraspe, Mikel Rico; Susaeta (al 72’ Lòpez), Benat (al 58’ Ibai Gomez), Muniain (all’85’ San Josè); Aduriz. In panchina: Iago, Guillermo, Iraola, Moràn. Allenatore: Ernesto Valverde

Napoli (4-2-3-1): Rafael; Maggio, Albiol, Koulibaly, Ghoulam (al 56’ Britos); Gargano, Jorginho; Callejon, Hamsik (al 70’ Insigne), Mertens (al 76’ Zapata); Higuain. In panchina: Andujar, Henrique, Zuniga, Inler. Allenatore: Rafael Benitez