Chievo, riparte dai giovani e diventa scheggia impazzita: standing ovation per Vignato

Chievo, riparte dai giovani e diventa scheggia impazzita: standing ovation per Vignato
© foto www.imagephotoagency.it

Il Chievo ferma il Parma e punta sui giovani. Il futuro dei gialloblù sembra roseo: almeno per ripartire. Ottima prestazione di Vignato e altri giovanissimi

Un Chievo retrocesso, senza motivazioni per questo finale di stagione. Tuttavia, i clivensi diventano una scheggia impazzita capace dopo la condanna della matematica di mietere vittime illustri. Prima la Lazio di Inzaghi con ambizioni europee, ora il Parma alla ricerca di punti salvezza. E suona quantomeno insolito che i clivensi abbiano basato le ultime due ottime prestazioni sui giovani: proprio i veronesi che hanno fatto di esperienza e pragmatismo il pilastro di dieci anni di salvezze.

E forse è proprio questo ad essere mancato al Chievo Verona in questa stagione: quel brio portato oggi dai giovani ragazzini cresciuti nelle giovanili gialloblù. Proprio Vignato è stato protagonista indiscusso nel punticino ottenuto col Parma. Un cross dalla sinistra che trova la testa di un ben più esperto Meggiorini. E poi esce tra gli applausi del Bentegodi. Il futuro del Chievo per i prossimi anni ripartirà proprio dai giovani, non solo Vignato infatti: oggi ha esordito anche Karamoko (classe 2001), e citiamo un giovane promettente come Musa Juwara (esterno classe 2001) trascinatore della Primavera, capace di conquistare meritatamente i play off. Il prossimo anno, tra tanti esperti, toccherà a loro recuperare un Chievo sconfitto e riportarlo in Serie A.