Connettiti con noi

Hanno Detto

Conferenza stampa D’Aversa: «Con il Venezia gara delicata, diamo continuità ai risultati»

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Conferenza stampa D’Aversa: le parole del tecnico della Sampdoria alla vigilia del match di campionato con il Venezia

Roberto D’Aversa presenta in conferenza stampa la gara tra Sampdoria e Venezia, in programma domenica tra le mura del Ferraris. 

DETERMINAZIONE – «Partita importante e delicata. Affrontiamo una squadra che gioca in maniera aperta. Sono molto organizzati. Voglio massima determinazione e impegno. Vogliamo dare seguito alla prestazione del derby, di Coppa Italia e ai risultati».

VERRE – «Precauzionalmente Verre non si è allenato per dargli un po’ di riposo visto che ha giocato giovedì, per il resto i ragazzi sono tutti disponibili tranne gli infortunati soliti: Torregrossa, Vieria e Damsgaard».

POCO TEMPO – «Farò le valutazione in base a tutto. Si è giocato giovedì e abbiamo poco tempo per recuperare. Il Venezia ha giocato due giorni prima. Qualcosina può cambiare. Il momento in cui la squadra sta bene a livello mentale è importante. Dobbiamo continuare a fare le prestazioni e dare continuità. Manderò in campo quelli più performanti ma li valuterò domani».

PRIMO TIFOSO – «Mi sento blucerchiato perché tifoseria, società e tutte le componenti hanno dimostrato compattezza. Mi auguro che l’ambiente si è respirato nel derby, soprattutto a livello di granata, si possa avere anche domani perché è veramente importante».

EKDAL – «Ekdal si è allenato regolarmente».

VENEZIA – «Le qualità del Venezia le conosciamo. Hanno dei giocatori importanti di sicura prospettiva. Se gli concedi campo aperto ti può far male. Dobbiamo portargli massimo rispetto. Il nostro obiettivo è dare continuità e prendere altri punti. Dobbiamo cercare di migliorare questo aspetto. Indipendentemente dal valore dell’avversario voglio vedere lo stesso atteggiamento del Derby. Se vai in campo con quella voglia di prevalere, di fare il risultato questo fa la differenza».

FALCONE E RAVAGLIA – «Falcone? È un ruolo particolare il portiere. Si è fatto trovare pronto ed è stato bravo. Ma nel ruolo ci sono delle gerarchie. Però allo stesso tempo il ragazzo si è sempre allenato bene. Non era semplice fare una prestazione del genere. Ma come lui anche tanti altri mi hanno messo in difficoltà. Più ho giocatori che mi mettono in dubbio meglio è. Domani giochiamo, mercoledì siamo a Roma, ci sarà spazio per tutti. Il ruolo del portiere ricordiamoci che è particolare però dove ci son delle gerarchie stabilite all’inizio dell’anno. Ravaglia? È un ragazzo fondamentale. Lo vedi nella quotidianità negli allenamenti, in come incita la squadra, spesso si sente più la sua voce che la mia. Lui è veramente entusiasta di essere parte della Sampdoria. Spesso ho preferito averlo in panchina rispetto ad altri per il suo ruolo in squadra. Tutti i ragazzi mi stanno mettendo in difficoltà, Ciervo, Askildsen, Dragusin e Ferrari».

LA CONFERENZA COMPLETA DI D’AVERSA SU SAMPNEWS24