Connettiti con noi

Parma News

Conferenza stampa D’Aversa: «Pellè da valutare, Cornelius ok. Sul Genoa…»

Redazione CalcioNews24

Pubblicato

su

Roberto D’Aversa, tecnico del Parma, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Genoa. Le sue parole

Roberto D’Aversa, tecnico del Parma, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Genoa. Le sue parole.

VITTORIA – «Devo dire che c’è stato poco tempo per gustare la vittoria. Già lunedì ci si siamo allenati e abbiamo iniziato a pensare al Genoa. Chiaramente è stato un risultato importante».

INFERMERIA – «Gagliolo si è allenato con noi solo oggi quindi vedremo e valuteremo. Cornelius giù da ieri era con noi e valuteremo. Non si pensa alla singola partita. Anche Pellè ha avuto qualche problemino in settimana. Domani sceglierò».

GENOA«Sono una squadra che difficilmente ha sbagliato la partita da quando è arrivato Ballardini. Hanno tanta qualità e concedono poca profondità con il loro sistema di gioco. Sarà una partita difficile, ma se andremo in campo con la voglia di vincere ogni duello personale potremo portare a casa il risultato positivo».

ABBONDANZA – «Solo a centrocampo, dove rientra il nostro capitano, Kucka. Sceglierò chi sta meglio, con qualcuno che magari da tempon stringe i denti e potrà riposare, almeno dall’inizio. Ma la differenza la si può fare anche dalla panchina».

DIFFERENZA TRA ROMA E GENOA – «Loro sono molto attenti nella fase difensiva e poi ripartire. Ma sono bravi nel giro palla per fare salire la squadra. Ogni azione loro nasce pulita, e hanno qualità a centrocampo e davanti. Dovremo essere pazienti e avere qualità nelle giocate. Non dovremo forzare ma avere la pazienza giusta».

MATURITÀ – «Credo che ci sia stata sempre maturità da parte della squadra. Come non dovevamo demoralizzarci prima non dobbiamo esaltarci ora che abbiamo vinto una gara. L’entusiasmo ci deve sempre essere. Lo stato d’animo cambia se fai risultato pieno o meno. Ma questo non ci deve portare a pensare che domani sarà un impegno semplice. Servirà massima attenzione e limitare gli errori».

Advertisement