Connettiti con noi

Calcio Estero

Conferenza stampa Messi: «Psg posto giusto per vincere la Champions»

Pubblicato

su

Lionel Messi è da poche ore un calciatore del Psg. L’argentino si presenterà oggi in conferenza stampa al mondo parigino

Prima conferenza stampa per Lionel Messi da calciatore del Psg. Il fuoriclasse argentino, da ieri ufficialmente un calciatore della società transalpina, è pronto a presentarsi al mondo parigino rispondendo alle domande dei giornalisti presenti all’auditorium del Parco dei Principi. Inizio fissato alle ore 11.00:

11.04 – Qualche minuto di ritardo per l’argentino, che si fa attendere

PARLA MESSI:

«Buongiorno a tutti, ringrazio il presidente, sono felice e tutti sanno che l’addio al Barcellona è stato difficile da gestire. Dopo tanti anni ho dovuto cambiare però spero passi rapidamente la sensazione. Sono felice di essere qui, mi sto godendo tutto. Voglio allenarmi, conoscere i nuovi compagni e iniziare questa nuova tappa della mia carriera. Ringrazio il presidente, Leonardo e tutto il gruppo per come mi hanno accolto dal primo giorno. E’ stato rapido e facile chiudere questa trattativa, sono bastati pochi giorni, abbiamo fatto in fretta. Spero di poter vincere ancora qui con un club ambizioso. Daremo il massimo per vincere, il mio obiettivo è di andare un passo oltre e accumulare titoli, per questo sono qui. Spero lo faremo insieme, è stata una pazzia l’arrivo qui, è stato sorprendente. Non manca nulla perchè io sia felice qui. Sono sicuro che insieme raggiungeremo grandi obiettivi».

NEYMAR E MBAPPE’ – «Felice di giocare con loro, sarà bellissimo giocare con questi grandi giocatori. Ci sono stati molti acquisti nuovi e già ce ne erano di fortissimi, voglio iniziare presto. Giocherò con i migliori ed è bellissimo».

PRIMI MINUTI – «Non so quando saranno. Arrivo dalle vacanze, ora parlerò con il corpo tecnico e sicuramente dovrò prepararmi all’inizio. Quando sarò pronto scenderò in campo e spero arrivi il prima possibile. Non so quando accadrà ma sono qui per mettermi a disposizione».

EMOZIONI – «E’ stato difficile da una parte ma emozionante dall’altra. Non lascio indietro quello che ho vissuto, ma oggi sono felice per questa nuova tappa. Io e la mia famiglia siamo felici di essere qui. Ho dovuto assimilare tutto rapidamente, devo essere subito pronto».

OBIETTIVI – «Sono grato a tutte queste persone che mi hanno accolto in questa maniera. Da quando si parlava di un principio di trattativa parlavano come fossi già un giocatore del Psg. Tutti hanno provato ad avvicinarsi a me, sono sicuro che insieme vivremo un anno straordinario e spero ne beneficino tutti».

CHAMPIONS – «Non è facile vincere, puoi avere la squadra migliore del mondo ma il calcio è fatto di dettagli. Anche il Psg è stato vicino a vincere ma non ce l’ha mai fatta. Qui giocano i migliori, non è facile vincere. Bisogna essere uniti. Non conosco bene lo spogliatoio, serve anche fortuna ma bisogna cercarla. E’ speciale perchè non è facile vincere».

COSA PORTA – «La squadra è completa, sono stati fatti acquisti importanti per la Champions. Io vengo qui ad aiutare, a dare il massimo per raggiungere i nostri obiettivi. Voglio vincere ancora, sono nel posto giusto per farlo di nuovo».

NEYMAR – «Conoscevo alcuni giocatori che sono qui. Il Psg come io cercavamo di arrivare allo stesso obiettivo anche quando ero al Barcellona e gli altri a Parigi. Conosco Di Maria, Paredes e Neymar, oltre a altri e questo è stato importante a spingermi a venire qui».

CALCIO FRANCESE – «Ho seguito le partite di questo campionato, ho altri amici che giocano qui. Negli ultimi anni la competizione è cresciuta molto, anche grazie al Psg con i suoi acquisti. Il campionato è competitivo, forte e interessante. Voglio vincere il campionato. Per me sarà un’esperienza nuova, sono felice di porterla fare».

TIFOSI BARCELLONA – «Prima di andarmene avevo detto ai tifosi che sarei sempre stato grato loro per tutto quello che mi hanno dato. Loro sapevano che avrei giocato in una squadra forte in Europa, che potesse competere per la Champions. Sono un vincente, voglio vincere ancora. Non avevo dubbi nello scegliere il Psg, questa squadra vuole vincere sempre di più e continuare a crescere. Se giocheremo contro il Barcellona non so, sarebbe bello tornare in Spagna con lo stadio pieno. Sarebbe strano andare lì con un’altra maglia ma è il calcio».

I CAMBIAMENTI – «Cambia tanto da quando sei piccolo a ora. Sono passati tanti anni, ho fatto esperienze come persona e come giocatore. Ho la stessa voglia di giocare di sempre, darò tutto per vincere e raggiungere nuovi obiettivi».

POCHETTINO – «Ho un rapporto speciale con lui, siamo entrambi argentini e questo facilita le cose. Siamo vicini di pensiero, ho parlato con lui ed è sempre andata bene. Il corpo tecnico e tutta la rosa ha fatto tutto il possibile perchè scegliessi il Psg».

SCOMMESSA – «Quando ho detto che volevo vincere a tutti i costi pensavo anche alla mia famiglia, volevo si adattasse subito. E’ un’esperienza nuova e siamo pronti. Ho tanti amici qui e mi renderà le cose più semplici, mi abituerò più in fretta. Ripeto che sono emozionato, voglio iniziare subito e conoscere l’ambiente. Voglio giocare. E’ tutto nuovo ma sono pronto a livello sportivo e familiare, sarà bellissimo ne sono sicuro. Saremo felici».

VERRATTI – «E’ un grande giocatore da anni, il migliore nella sua posizione. Il Barcellona lo ha voluto per diverso tempo, ora le cose si sono capovolte e sono io a giocare con lui. E’ un fenomeno sia a livello sportivo che umano. Lo spogliatoio ha i migliori del mondo, è una rosa splendida e voglio dare il mio contributo per raggiungere nuovi obiettivi».

 

PRENDE LA PAROLA AL-KHELAIFI:

«Buongiorno a tutti. Parlerò principalmente in inglese perchè ci sono molti giornalisti che mi capiranno così e per Leo sarà più semplice. Sono molto contento e orgoglioso di presentare Messi come giocatore del Psg. E’ un giorno storico e incredibile per il club e per tutto il calcio. E’ un momento fantastico, tutti conoscono Leo, è unico. Ha vinto sei volte il pallone d’oro, ha regalato la sua magia al calcio e sarà bellissimo per tutti i tifosi del Psg e di tutto il mondo averlo qui. Quello che abbiamo fatto è davvero incredibile. Le persone dieci anni fa si chiedevano che ne sarebbe stato del progetto. Avevamo ambizioni grandi e oggi con oroglio le realizziamo. Non ci sono segreti, questo accordo con il migliore del mondo è raggiunto e siamo felici che si sia concretizzato. Grazie a tutti per questo lavoro incredibile. Tutti hanno lavorato nel miglior modo perchè diventasse possibile, un passo così è importante per la storia del Psg e grazie per essere stati con noi tutto questo tempo. Grazie a chi lavora dietro le quinte, grazie ai partner commerciali per il loro appoggio. Abbiamo detto loro che non li lasceremo mai da parte e questo è un momento incredibile. Ma è solo l’inizio, ora arriva il bello sul campo. Questo conta, quello che accade fuori è un’altra cosa. Leo vincerà ancora tanto con la sua nuova squadra, abbiamo alcuni dei calciatori più forti del mondo e uno dei migliori allenatori del mondo. Do ufficialmente il benvenuto al ragazzo per essere qui. Spero possa diventare da oggi la città preferita di Messi».

FUTURO MBAPPE’«Rimarrà qui. Voglio una squadra competitiva, più di così è difficile immaginarla. Non può fare altro che restare qui per vincere».

CHAMPIONS – «Vogliamo continuare a vincere. Lo scorso anno è successo quello che è successo, la Champions non è facile e vogliamo arrivare lontano. La vogliamo vincere e non ci nascondiamo, ma ora pensiamo prima al campionato, poi penseremo alla coppa. Forse siamo favoriti, sicuramente siamo una buona squadra. Siamo tranquilli, dobbiamo lavorare».

L’AFFARE – «Trattativa rapida, entrambe le parti volevano l’accordo. Le negoziazioni sono iniziate e abbiamo chiuso in fretta».

SPESE – «Parlo chiaramente. Abbiamo seguito tutte le leggi del fair-play finanziario e le rispettiamo. Prima di fare qualsiasi tipo di passo abbiamo parlato con i soci, i partner e la Ligue 1 e questo ha reso possibile la firma di Leo. Abbiamo pensato a tutto prima, come potete vedere è una trattativa incredibile. Penso che troppe volte si cerchi di vedere il negativo, ma bisogna cercare il postivo perchè tutto è stato fatto nella maniera giusta. Tutto il club si è impegnato in questo acquisto. Controlliamo dettagliatamente tutte le cifre e gli aspetti economici».

MIGLIORAMENTI – «Non mi piace l’attenzione su di noi, ma con la squadra che abbiamo tutto il campionato ha alzato il livello, tutto è migliorato come i diritti televisivi e i rapporti con i partner. Tutti vogliono vedere il Psg e questo porta benefici anche ad altri club. Ringrazio i presidenti delle altre squadre che mi hanno fatto i complimenti. Sento l’appoggio di tutti per il Psg e il mondo deve sapere che lo facciamo non solo per Parigi ma per la Francia tutta».