Dalbert si racconta: «Imparo l’italiano attraverso i cori di San Siro!»

Dalbert si racconta: «Imparo l’italiano attraverso i cori di San Siro!»
© foto www.imagephotoagency.it

Le parole dell’esterno nerazzurro Dalbert in vista della prossima sfida di Serie A con l’Udinese delle ore 18

Henrique Dalbert si è infortunato lo scorso 22 novembre e ha saltato le ultime partite dell’Inter. In quel ruolo è stato sempre impiegato Kwadwo Asamoah con risultati altalenanti. Dalbert, fuori per tre settimane dopo aver rimediato una distrazione al gemello mediale della gamba sinistra, ha parlato oggi al Match Day Programme dell’Inter, parlando del suo rapporto con l’Italia e con San Siro: «Se non avessi fatto il calciatore, sarei rimasto comunque nell’ambito dello sport, dell’educazione fisica, magari proprio un insegnante. Sto imparando l’italiano attraverso i cori a San Siro e i tifosi. E’ uno stadio immenso, unico, da vivere».

Prosegue Dalbert, parlando del suo rapporto con la terra natìa: «Barra Mansa è importante tre volte per me: lì ho visto la mia prima partita di calcio e mi sono appassionato a questo sport, da lì sono partita con la mia carriera professionistica e sempre lì ho conosciuto mia moglie Ci siamo conosciuti in modo simpatico. Per un po’ di tempo la vedevo tutti i giorni alla fermata del bus, ma non ci parlavamo. Poi ho scoperto che era la cugina di un mio compagno di squadra ed è stato più semplice rompere il ghiaccio. L’idolo sportivo? Michael Jordan, con lui sono cresciuto. Oggi amo vedere Kevin Durant e LeBron James».