Dragowski-Fiorentina: «Non gioco mai, gli anni passano»

chiesa
© foto www.imagephotoagency.it

Lo sfogo del portiere polacco Dragowski: «Alla Fiorentina sono la settima scelta, vengo dopo anche ai cinque fisioterapisti…».

Dalla terza scelta alla… settima scelta? Tre settimane dopo il primo sfogo ai media polacchi del giovane portiere della Fiorentina, Bartolomiej Dragowski, classe ’97, non sembra essere migliorato particolarmente l’umore del giovane calciatore. Anzi, c’è di più: il morale del portiere polacco è andato ancora più giù dopo la sostituzione di Tatarusanu, che aveva lasciato il campo a inizio settembre contro il Chievo, con il giovane Lezzerini, scavalcando nuovamente Dragowski.

E INTANTO GLI ANNI PASSANO ED I RICORDI SBIADISCONO – Che oggi ha sfruttato l’intervista con “PolsatSport” per esprimere tutto il suo disagio: «Non se se ho fatto bene a scegliere la Fiorentina, lo scopriremo solo vivendo. E’ una bellissima città e il clima è migliore che in Polonia, ma il fatto di non giocare ha una forte influenza su tutto. Trovo difficile valutare quanto ho fatto, spero un giorno di giocare. Credevo di essere io il suo sostituto e invece forzo sono la settima od ottava scelta, perché vengo dopo ai cinque fisioterapisti e l’allenatore. Sono paziente, cerco di allenarmi: tutti mi dicono di esser giovane, ma qui gli anni passano». Parole che non lasciano scampo: sarà presto addio?