EMOZIONI – Marco Tardelli, un giocatore “fuori dalle righe” – VIDEO

38 anni fa l’Italia conquistò il suo terzo Mondiale battendo 3-1 la Germania al Santiago Bernabeu: l’urlo di Tardelli entrò nella storia

Marco Tardelli, uomo innanzitutto intelligente, posato ma vulcano sempre in possibile ebollizione, uno che conosce perfettamente il suo valore ma sa anche essere modesto, un toscano pieno di ironia e autocritica, ogni tanto esplode. Tutti sanno della corsa folle e dell’ urlo dopo il gol della finalissima del Mundial 1982 diventata – tout court – una assoluta icona del calcio nel mondo; ma pochi sanno che la follia era già esplosa, anni prima, quando realizzò il suo primo gol con la Juve festeggiando un po’ “fuori dalle righe”.

Sono momenti di autentico “furore” agonistico che accompagnano sempre quelli che hanno una personalità particolarmente spiccata e forte che, un attimo dopo, sono pronti a giudicare l’ accaduto come esagerato e ad essere investiti poi dalla malinconia per il tempo che trascorre troppo velocemente.