Genoa, il retroscena: ecco perché Preziosi ha confermato la fiducia a Prandelli

Genoa, il retroscena: ecco perché Preziosi ha confermato la fiducia a Prandelli
© foto www.imagephotoagency.it

Cesare Prandelli, allenatore del Genoa, è stato vicino all’esonero. Ecco perché non è tornato Ballardini: le ultimissime

Cesare Prandelli, allenatore del Genoa, è stato a un passo dall’esonero. Il tecnico del Grifone, terzo allenatore del club rossoblù in questa stagione, non sta attraversando un buon momento. Il Genoa fa fatica a segnare, Sanabria, colpo di mercato a gennaio, dopo un grande avvio, sta stentando e Preziosi ha pensato a un nuovo cambio in panchina per dare una sterzata in questo finale di stagione. Il Genoa ha 5 punti di vantaggio sull’Empoli e deve tornare alla vittoria per uscire definitivamente dalla zona rossa, per non essere risucchiato nel vortice e per scacciare i cattivi pensieri.

Secondo Sportitalia, ella giornata di domenica il presidente rossoblù aveva tutte le intenzioni di sollevare dall’incarico Cesare Prandelli e di richiamare Davide Ballardini. Il nuovo ritorno del tecnico romagnolo è saltato per via delle sue richieste: Ballardini ha ancora un contratto fino al termine della stagione attuale e avrebbe chiesto il prolungamento dell’attuale accordo. Preziosi non avrebbe neppure preso in considerazione questa ipotesi, provando a bilanciarla con un ricco premio salvezza. Ballardini ha rifiutato e così Preziosi ha tirato i remi in barca, confermando la fiducia a Cesare Prandelli.