Everton Liverpool, Ancelotti sfida Klopp per cancellare 10 anni di digiuno

© foto www.imagephotoagency.it

La capolista Everton di Ancelotti aprirà la giornata di Premier ospitando i rivali cittadini del Liverpool: obiettivo vincere il derby dopo 10 anni

17 ottobre 2010 – 17 ottobre 2020: basterebbe forse anche solo la cabala per dare fiducia a Carletto Ancelotti in vista di questo attesissimo Everton Liverppol. Sono infatti trascorsi esattamente dieci anni dall’ultimo successo dei Toffees in un derby che, da quel momento in poi, ha sorriso esclusivamente ai Reds.

Da Cahill e Arteta, mattatori nel 2010, a James e Calvert-Lewin il passo non è mai stato così breve. L’inizio campionato per l’Everton è stato semplicemente perfetto: quattro vittorie consecutive e miglior attacco con 12 reti, in coabitazione con il Tottenham, a giustificare il primato solitario e la possibilità di guardare dall’alto il lato rosso del Mersey come mai era stato possibile nelle ultime stagioni. Merito di “un mercato estivo perfetto” come lo ha ribattezzato il rivale Klopp, con i nuovi acquisti James, Allan e Doucoure che immediatamente si sono inseriti nei meccanismi di Ancelotti, uno che anche sulla panchina del Napoli ha dimostrato di saper far soffrire i Reds.

Liverpool per cui la pausa Nazionali è arrivata quale magico toccasana dopo la clamorosa debacle del Villa Park. Un 7-2 umiliante per i campioni d’Inghilterra che potranno recuperare tre pezzi pregiati come Henderson, Thiago Alcantara e Manè. Non, però, l’infortunato Alisson con la conseguente conferma tra i pali dello spagnolo Adrian, disastroso contro l’Aston Villa. Nel deserto di Goodison Park, con inizio alle 13.30, Ancelotti e Klopp cercano risposte: l’italiano per capire se il suo club può davvero iniziare a sognare, il tedesco per cancellare i fantasmi di Birmingham.