Gasperini furibondo: «Finale decisa da un episodio. Gravissimo non vedere quel rigore»

Gasperini furibondo: «Finale decisa da un episodio. Gravissimo non vedere quel rigore»
© foto www.imagephotoagency.it

Gasperini è, ovviamente, rammaricato per la finale di Coppa Italia persa contro la Lazio ma prova immediatamente a voltare pagina

Gian Piero Gasperini è rammaricato. Ma non demorde, anzi, guarda già avanti: «È un peccato ma queste finali sono così. Il momento decisivo della partita è arrivato nel secondo tempo, quando stavamo anche andando meglio, ma poi un episodio su calcio d’angolo ha determinato la partita. Peccato».

Gasperini spiega ancora: «Nel primo tempo abbiamo anche avuto un’occasione clamorosa su calcio piazzato. Per il resto – ammette – abbiamo subito la qualità della Lazio che è una squadra forte. Ci resta la Champions? Adesso superiamo questa delusione, anche se siamo arrivati a un passo dalla vittoria e in fondo usciamo bene da questa competizione, e poi dopo pensiamo al campionato».

Dopo aver visto il fallo di mano di Bastos, però, Gasperini esplode: «Gravissimo e senza giustificazione l’errore sul braccio di Bastos. Accetto la squalifica ma questo non è un episodio sano. La conduzione di Banti non mi è piaciuta per tutta la gara. Questo non è uno di quelli involontari e discutibili, questo è gravissimo, è molto chiaro. Una cosa molto brutta, avrebbe cambiato la partita. Abbiamo vinto coi nostri tifosi e questo episodio ci va vincere ancora di più. Questa è una mancanza di rispetto per i tifosi dell’Atalanta».