Giaccherini contro Sarri: «Non avevamo buon rapporto. Con Ancelotti…»

Giaccherini contro Sarri: «Non avevamo buon rapporto. Con Ancelotti…»
© foto www.imagephotoagency.it

Emanuele Giaccherini si toglie alcuni sassolini dalla scarpa e attacca Sarri per il suo passato al Napoli: «Con Ancelotti avrei giocato»

Emanuele Giaccherini del Chievo Verona è stato l’ospite della puntata odierna della Domenica Sportiva su RaiDue. Tanti i temi toccati dall’ex Napoli e Juventus, a partire dalla partita odierna pareggiata contro la Spal: «Sarebbe stato bello centrare una vittoria oggi a Ferrara perché avremmo accorciato dalle nostre avversarie in classifica. Ma ci teniamo stretto il pareggio e questo punto, abbiamo ancora margine per poter recuperare». Giaccherini ha parlato anche del recente addio di Giampiero Ventura, ex commissario tecnico della Nazionale: «Ventura quando è arrivato al Chievo Verona ha provato a dare la sua impronta di gioco e secondo me ci stava riuscendo. Poi però ci ha lasciato inaspettatamente. Non so quale sia stato il motivo, ma sicuramente è stato un momento particolare per tutti».

Giaccherini torna poi con il pensiero al passato e il rimpianto Napoli, squadra in cui ha militato ma senza trovare troppe presenze sotto la guida di Maurizio Sarri. Il rapporto tra i due non è stato dei migliori e anche in questa occasione il centrocampista lo ha confermato: «Mi dispiace aver lasciato il Napoli. Con Sarri non ho mai giocato, mentre con Ancelotti avrei giocato di più. Sarri era un tecnico integralista e il nostro rapporto non era dei migliori dal punto di vista umano, mi allenavo ma sapevo che non avrei giocato la domenica». Conclusione, infine, sugli episodi arbitrali del derby della Mole di ieri sera tra Torino-Juventus: «E’ un episodio che l’arbitro poteva andare a vedere al Var, ma secondo me l’episodio più importante è quello su Belotti e non su Zaza. Conte all’Inter? Sarà la società a decidere, Spalletti è un altro ottimo allenatore».