Inter eroica

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

In 10 contro 11 per 62 minuti contro i campioni del Mondo del Barca, al cospetto di una squadra che prima di oggi aveva segnato 122 gol in partite ufficiali, l’Inter va meritatamente in finale di Champions.
Poco importa se ha giocato il 90% della partita con tutti gli uomini dietro la linea del pallone, con Milito ed Etò (semplicemente fantastico) terzini aggiunti, Cambiasso perfetto, da metodista e libero aggiunto, Maicon e Zanetti stoici, Lucio e Samuel giganti.
Tutta l’Italia può sognare, anche senza giocatori italiani.
Uno dei Barcellona più noiosi e prevedibili della sua storia, perde in un colpo solo il titolo di campione d’Europa e quello di campione del Mondo.
Messi tenuto lontano dall’area di rigore per tutta la partita, tutti i giovani talenti blaugrana, dal futuro assicurato, oggi sono stati neutralizzati dalla squadra di Mourinho. L’allenatore portoghese ha sorpreso ancora nelle sue scelte tattiche (per esempio lasciando Snejder a fare la prima punta dopo l’espulsione di Thiago Motta, con Milito ed Etò terzini fluidificanti) e nelle sostituzioni effettuate, ma ha avuto ragione ed ora si ritrova primo in classifica in Serie A ed in finale di Champions League e Coppa Italia.
Domani sera tutti a tifare Fulham! Quello che sembrava solo un sogno un mese fa infatti, può diventare realtà : se l’Amburgo domani esce dall’Europa League (con una sconfitta nei tempi regolamentari) e l’Inter vince la finale col Bayern, l’Italia mantiene inaspettatamente tutti e 4 i posti Champions, ricacciando indietro la rimonta tedesca.