Inter, ecco la LionRock Capital: chi è Daniel Kar Keung Tseung

Inter, ecco la LionRock Capital: chi è Daniel Kar Keung Tseung
© foto Lionrock Capital

Sembra ormai vicina la chiusura dell’affare tra Thohir e la LionRock Capital per la cessione del 31,05% dell’Inter. Ecco Il profilo di Tseung

La notizia lanciata ieri ha già fatto il giro del mondo: la LionRock Capital è pronta a investire nell’Inter rilevando il 31,05% delle quote di Erick Thohir. Ma chi è Daniel Kar Keung Tseung, proprietario del fondo d’investimento? Nato nel 1971, si è formato accademicamente in America, tra Princeton e Harvard. Sin dal 2004 comincia la sua esperienza all’interno di boarding cinesi e internazionali, nonostante già negli anni ’90 abbia cominciato a lavorare all’interno di fondi d’investimento. Ha avuto ruolo in diversi consigli d’amministrazione, dalla Starbucks cinese (Gourmet Master) fino a fornitori di materiali edili dell’Ohio (Owens Corning) con un’ultima grande esperienza al Chinacast Education Corporation società di e-learning che contribuisce a formare dirigenti statali in Cina.

Il suo rapporto con il governo di Pechino è sempre stato ottimo, nonostante il profilo a stelle e strisce, sia privato che sui social. Di lui si hanno poche informazioni personali, poiché non ama rilasciare interviste. Oltre ad essere cristiano protestante, ha due figlie piccole ed è un grande fan di Jeremy Lin, meteora NBA ora in forze agli Atlanta Hawks. A capo della LionRock ha sempre investito seriamente nelle proprie attività, accompagnato dalla direttrice degli investimenti Karen Lai. La struttura dell’azienda è molto snella, con soli 27 dipendenti, e nel 2018 ha registrato secondo gli analisti utili per 5,4 milioni di dollari. In Europa è già sbarcato in Hailo, società alle spalle dell’app MyTaxi, mentre è entrate nel mondo dello sport proprio con Suning Sports, ramo dell’azienda Zhang. Quando la trattativa con Thohir sarà chiusa, la LionRock avrà un ruolo anche nel CdA nerazzurro, e i progetti saranno molteplici: in testa c’è ovviamente lo stadio, sogno di Steven Zhang.