Jack Ma-Inter: tutto quello che sappiamo finora

Jack Ma-Inter: tutto quello che sappiamo finora
© foto Wikimedia Commons

Filtrano conferme e smentite circa il possibile ingresso nell’Inter come socio di minoranza di Suning di Jack Ma, padrone del colosso cinese Alibaba

Jack Ma sì, Jack Ma no: il mistero sul nuovo socio di minoranza di casa Inter in sostituzione dell’uscente Erick Thohir tiene ancora banco. Ieri l’ipotesi dell’ingresso del magnate cinese gran capo del colosso Alibaba nella società nerazzurra con il 30% delle azioni circa aveva fatto alzare le antenne dei tifosi (e non solo). Ma, tra gli uomini più ricchi del mondo, nel pomeriggio aveva però fatto smentire ogni scenario di approdo all’Inter: una mossa, secondo quanto riportato stamane da molti organi di informazione, più che altro formale. Tra Alibaba e Suning infatti i rapporti (anche economici) sarebbero più che fluidi: Ma possiede una quota di minoranza dell’azienda della famiglia Zhang e con il suo fondo di equity di Hong Kong, Junfeng Capital (quello con cui dovrebbe formalmente acquistare parte dell’Inter), compie spesso operazioni congiunte proprio con Suning.

Di più: non è sfuggito a molti il fatto che, negli ultimi mesi, gli stessi Zhang abbiano deciso di depositare 50 milioni di euro proprio in Junfeng, segnale evidente della possibilità che qualcosa potesse accadere di lì a poco. Perché la smentita, allora? Secondo i gossip semplicemente perché la trattativa con Thohir non sarebbe ancora ufficialmente chiusa, anche se c’è chi, come La Repubblica in edicola stamane, non è per niente sicuro che dietro al nuovo socio di minoranza dell’Inter si celi Jack Ma: dagli ambienti nerazzurri, fanno spere in maniera informale, qualcuno giura che Alibaba ed il suo padrone resteranno fuori dalle faccende sportive di Suning. A chi credere allora?