Juventus, la storia di Romero: dal ruolo d’esterno al rischio taglio al Genoa

Juventus, la storia di Romero: dal ruolo d’esterno al rischio taglio al Genoa
© foto www.imagephotoagency.it

Il centrale argentino del Genoa, Cristian Romero, è un serio obiettivo della Juventus, che vorrebbe bloccarlo adesso per acquistarlo a luglio

Nel calcio spesso basta trovarsi nel posto giusto al momento giusto per svoltare la carriera. Questo è sicuramente quello che è accaduto a Cristian Romero, il giovanissimo difensore del Genoa richiestissimo sul mercato. Nella gestione Ballardini neanche un minuto per l’argentino, poi l’esonero, l’arrivo di Juric e l’emergenza in infermeria. Ecco che contro la Juventus, nella tana dello Stadium, l’unica soluzione è schierare il centrale classe ’98, e il risultato è sorprendente: 1-1 e l’attacco bianconero parzialmente stoppato.

La storia di Cristian Romero, ad oggi principale obiettivo della Juventus per rinforzare la difesa, ha origini lontane: iniziò addirittura come esterno destro, salvo poi essere dirottato al centro della retroguardia. Buoni tempi e ottimi piedi, bastava poco per farsi notare nel suo club, il Belgrano. E l’occasione è il Torneo di Viareggio del 2016, sempre una buona vetrina per i giovani. Romero non fallisce: premio di miglior difensore della competizione. La crescita continua, fino all’interessamento estivo del Genoa, che lo porta a casa con 1,9 milioni di dollari, compresi un 15% che sarebbe stato destinato direttamente al giocatore. Se non fosse che proprio il classe ’98 ha deciso di regalarlo in toto alla squadra che l’ha cresciuto. Ma non è finita qui, perché in estate si pensava addirittura al taglio per il difensore, che occupava una delle slot da extracomunitario. Per fortuna del Grifone ha prevalso il tesseramento, e ora Preziosi si sfrega le mani. Base d’asta 20 milioni e Juventus in prima fila, si prevede una grossa plusvalenza.