Juventus, Szczesny esalta Ronaldo: «Il suo arrivo ha cambiato la nostra mentalità»

Juventus, Szczesny esalta Ronaldo: «Il suo arrivo ha cambiato la nostra mentalità»
© foto www.imagephotoagency.it

Il portiere della Juventus, Wojciech Szczesny, ha commentato i continui clean sheet in questa stagione, ma anche il ruolo di Ronaldo

Ieri sera la Juventus ha vinto ancora una volta per 1-0 riuscendo a non subire gol dalla Roma. La gara di ieri sera ha infatti segnato un altro clean sheet per il club bianconero, un dato che rende indubbiamente protagonista il portiere della Juventus, Wojciech Szczesny. L’ex portiere della Roma ha parlato a Sky Sport il giorno dopo il successo con i giallorossi. Ecco cos’ha dichiarato nel corso dell’intervista: «La vittoria con la Roma? Vincere non è mai facile, a maggior ragione contro la Roma che ha giocatori di qualità. Nel secondo tempo ci ha dato qualche problema e noi ci siamo abbassati un po’, rimanendo però sempre compatti. Il ruolo da portiere? Ho sempre detto che la partita del portiere alla Juventus è questa: non fai niente per 90 minuti e devi farti trovare pronto quando sei chiamato in causa. La difesa ha fatto un grande lavoro nelle ultime partite, soltanto contro l’Inter abbiamo subito un’occasione da gol oltre al rigore contro il Milan. Ronaldo? Credo che l’arrivo di Cristiano abbia aiutato, ci ha fatto capire che se noi in difesa facciamo il nostro lavoro, davanti qualcosa succede sempre. Abbiamo giocatori come Ronaldo, come Mandzukic e Dybala che creano sempre occasioni».

«Le vittorie per 1-0? È questione di equilibrio. In fondo per vincere le partite, bisogna fare un gol in più dell’avversario. Vincere 1-0 è come vincere 7-0, ti danno sempre tre punti. E poi secondo me 1-0 è il risultato perfetto in una partita di calcio, visto che faccio il portiere e l’importante è non subire gol. Campionato poco competitivo? La vittoria ti prepara sempre al meglio per la prossima partita. Quest’anno abbiamo dimostrato di essere una buona squadra. E poi alla Champions mancano ancora due mesi, adesso pensiamo solo alla trasferta di Bergamo. Atletico Madrid? Il sorteggio poteva andare meglio, ma per vincere la Champions, che è il nostro obiettivo, dobbiamo battere le squadre migliori d’Europa. Mandzukic? E’ un ragazzo normale. Parla poco, preferisce parlare sul campo e questo è importante. Lo vedo molto contento, si sta godendo questo momento. Dybala? Secondo me sta facendo un grandissimo lavoro, l’anno scorso ha fatto tantissimi gol all’inizio del campionato ma quest’anno è più completo, più maturo, dà un apporto maggiore alla squadra. Ieri ad esempio ha aiutato molto De Sciglio sulla destra. E’ un giocatore di alta qualità».