Milan, nessun patteggiamento per Bakayoko e Kessié: decide il Tribunale Federale

Milan, nessun patteggiamento per Bakayoko e Kessié: decide il Tribunale Federale
© foto Youtube

Il Milan rifiuta di patteggiare una sanzione per Franck Kessié e Tiemoué Bakayoko dopo lo sfottò con la maglia del laziale Francesco Acerbi: si attende un verdetto per entrambi

Non è ancora arrivata una parola conclusiva sulla vicenda di Franck Kessié e Tiemoué Bakayoko, i due centrocampisti del Milan che sabato scorso, al termine della partita con la Lazio, avevano esibito in segno di sfottò la maglia regalata loro dall’avversario Francesco Acerbi verso i propri tifosi. Sul gesto non si era infatti espresso il giudice sportivo, che aveva di fatto rimandato la questione alla Procura Federale (tramite prova tv) per cercare di trarre maggiori conclusioni: si è aperta quindi una fase di trattative con il Milan stesso che, fino a questo momento, ha sempre difeso entrambi i propri tesserati (e lo ha fatto anche ieri tramite un nuovo comunicato ufficiale).

Il Procuratore Federale Giuseppe Pecoraro avrebbe già inviato in casa rossonera un fascicolo con le motivazioni del deferimento di Kessié e Bakayoko, che verranno dunque adesso giudicati in tempi ragionevolmente brevissimi in vista di sabato dal Tribunale Federale. La Procura ha provato in qualche modo nelle ultime ore a patteggiare con il Milan, riporta Tuttosport, per cercare di ottenere una squalifica lieve o anche soltanto una multa per i due centrocampista. Nulla da fare però a quanto sembra: la società rossonera si sarebbe rifiutata di valutare entrambe le alternative. Adesso deciderà in autonomia la giustizia sportiva.