La mamma di Ciro Esposito: «Morte tifoso si sarebbe potuta evitare» – VIDEO

La mamma di Ciro Esposito: «Morte tifoso si sarebbe potuta evitare» – VIDEO
© foto Facebook

La morte del tifoso dell’Inter ha riaperto le ferite di Antonella Leardi, mamma di Ciro Esposito, il tifoso del Napoli morto a Roma nel 2014.

Continua a suscitare incredulità e dolore la notizia della morte di Daniele Belardinelli, il tifoso dell’Inter travolto da un suv prima della gara di Serie A fra i nerazzurri e il Napoli. Sull’episodio si è espressa anche ai microfoni di Radio Kiss Kiss Antonella Leardi, madre di Ciro Esposito, il tifoso del Napoli ucciso da un colpo di arma da fuoco prima della finale di Coppa Italia del 2014 fra la Fiorentina e i partenopei disputata a Roma.

«Dalla morte di mio figlio sono trascorsi poco più di quattro anni – ha denunciato la donna – ma non è cambiato nulla. Se la scomparsa di Ciro avesse insegnato qualcosa, la morte del tifoso dell’Inter si sarebbe potuta evitare. Non mi interessa che le circostanze dei due fatti siano diverse, io so soltanto che un uomo di 35 anni è morto in occasione di una partita di calcio. Si era detto che non doveva succedere più. E invece stiamo ancora qui a piangere per un alto dramma. Tutto questo non ha senso».

«Da quando è morto mio figlio sono sempre in prima linea per combattere la violenza. – ha raccontato la Leardi – Dopo quattro anni mi rendo conto che non è cambiato niente. Tutto questo è assurdo. E soprattutto, è inaccettabile. Ho notato che i club e le istituzioni hanno fatto poco per combattere la violenza nel calcio. Di questo mi rammarico molto. È da loro che deve partire un segnale forte, altrimenti è tutto inutile. Spero basti sospendere una giornata di campionato, ma ne dubito». In realtà, diversamente da quanto si era ipotizzato in un primo momento, la 19ª giornata di Serie A si giocherà regolarmente sabato 29 dicembre, come assicurato dal presidente della FIGC Gravina.

GRAVINA TIRA DRITTO: «LA SERIE A NON SI FERMA, SABATO SI GIOCA»