Lautaro-Icardi, prove di coesistenza: Spalletti rinuncerà all’equilibrio?

Lautaro-Icardi, prove di coesistenza: Spalletti rinuncerà all’equilibrio?
© foto www.imagephotoagency.it

Dopo il gol vittoria realizzato al Napoli, Lautaro Martinez si candida come compagno di Mauro Icardi nello scacchiere nerazzurro.

Il gol di Lautaro Martinez che ha permesso ai nerazzurri di superare il Napoli mercoledì sera ha certificato la crescita del gruppo guidato da Spalletti. Una squadra partita dal quarto posto dell’anno scorso e che adesso farà di tutto per migliorarsi. Vincere contro gli azzurri di Ancelotti è stato un bel segnale, con la zampata fulminante del Toro a chiudere i giochi. È la seconda volta che il classe ’97 si rende decisivo in tandem con Icardi, dopo aver recuperato la palla decisiva nella gara di ritorno con il Barcellona. Ma a Spalletti basterà questa prova per convincersi a schierare le due punte?

Il problema, come specificato nel post partita di mercoledì, non è tanto la coesistenza in sé e per sé, quanto tutto quello che succede dopo l’attacco. Lautaro Martinez è stato il capocannoniere dell’Inter estiva, ma alla prima gara gli spazi lasciati hanno permesso al Sassuolo di trionfare. Insomma, l’equilibrio di Spalletti è necessario: oltre ad attaccare serve tenere la palla, farla girare e coprire gli spazi, compiti per cui il giovane argentino non è ancora pronto. Con il Napoli era necessario un centrocampo folto, per bloccare le verticalizzazioni. Ma il Toro sta cominciando a farsi trovare pronto, e chissà che nelle prossime settimane l’Inter non farà all-in sul tandem argentino.