Connettiti con noi

Hanno Detto

Lazio, Sarri: «Visto qualcosa di buono. Luis Alberto ancora indietro»

Pubblicato

su

Sarri

Maurizio Sarri, allenatore della Lazio, ha parlato al termine del match vinto contro l’Empoli: le sue dichiarazioni

Maurizio Sarri, allenatore della Lazio, ha parlato al termine del match vinto contro l’Empoli. Le sue dichiarazioni ai microfoni di DAZN.

RICORDI – «Per me è emozionante venire qui a Empoli. Sono legato a questa squadra e sono consapevole di dover tanto. Qua si fa calcio in maniera straordinaria».

MOVIMENTO – «Al di là dell’Europeo, non penso le Nazionali rappresentino un movimento. Comunque è un paio d’anni che si prova a fare calcio e devo dire che mi dispiace che sia andato via un allenatore come De Zerbi».

PICCOLI PASSI – «Stasera si è visto qualcosa di buono siamo usciti molte volte con palla al piede come piace a me. Va ricordato però che questa squadra viene da anni con un percorso diverso, quindi è normale che la percentuale di quel tipo di gioco  sia ancora bassa».

LEIVA – «Nella fase di impostazione ha sempre l’uomo addosso. Nella fase di interdizione deve fare attenzione a non favorire inserimenti tra le linee. Nella fase difensiva ha fatto qualche errore specie all’inizio, poi comunque è cresciuto».

IMPEGNO – «Noi in allenamento cominciamo anche a fare le cose abbastanza bene o comunque in base a quelle che sono le mie richieste. Invece è prevedibile che in partita vengano fuori altre abitudini, ma io sono fiducioso, perché i ragazzi si stanno impegnando».

SINGOLI – «Milinkovic è un ragazzo solare e quindi è facile avere un feeling con lui. Luis Alberto è un po’ indietro per degli acciacchi, ma il mio primo pensiero sul 3-1 è stato quello di inserirlo. Pedro? Ha fatto molto bene. Ha questa brillantezza, unita a tecnica e a capacità tattica, che lo rendono un gran giocatore».