Lee e Zuculini: «Pecchia è un grande allenatore e noi ci fidiamo di lui»

© foto Francesco Grigolini - Fotoexpress

A margine di una serata organizzata dal governo della Corea del Sud, i giocatori hanno commentato la situazione dell’Hellas. «Pronti alla sfida contro il Bologna».

Un incontro insolito ed un momento di aggregazione per approfondire la conoscenza di un’etnia diversa da quella italiana. Nella serata di ieri alcuni giocatori dell’Hellas Verona hanno partecipato all’evento promosso ed organizzato dal Governo della Corea del Sud, rappresentato da Korea Agro Fisheries and Food Trade Corporation, dipartimento del Ministero dell’Agricoltura, per promuovere l’antica tradizione gastronomica coreana.

Ovviamente a fare gli onori di casa il giovanissimo attaccante gialloblù Seung-Woo Lee.

«E’ un piacere esportare la bellezza di Verona nel mondo, i coreani hanno molto interesse riguardo a questa città – ha commentato il giocatore al sito ufficiale della società -. E’ molto bella, mi sto trovando benissimo a vivere qui. Il mio compito? Quello di diventare un buon giocatore. Sono arrivato da poco a Verona, l’importante per me è fare tutto il possibile per dimostrare ciò che posso fare e dare una mano alla squadra quando vengo chiamato in causa. Gli ultimi risultati non sono positivi, ma stiamo lavorando tanto per risollevarci, cercheremo di arrivare il più in alto possibile al termine della stagione. Pecchia? Il mister mi chiede di fare ciò che è nelle mie capacità, penso che sia un grande allenatore, che dà fiducia e coraggio a tutti i giocatori».

Alla serata ha partecipato anche il centrocampista gialloblù Bruno Zuculini, intervenuto a margine dell’evento. «In queste settimane abbiamo lavorato tanto, tra pochi giorni affronteremo una partita importante per tutti noi, dovremo entrare in campo con la testa giusta. Nelle prossime gare avremo tanti scontri diretti, ma noi pensiamo a far bene lunedì contro il Bologna. Loro giocano bene, hanno calciatori forti, ma noi ci stiamo preparando al meglio per affrontarli al massimo delle nostre capacità. Dobbiamo saper imparare dagli errori commessi nelle ultime partite, soprattutto sotto l’aspetto del gol. Ci stiamo impegnando tutti per concretizzare le occasioni che creiamo. Il campionato è ancora lungo, ma dobbiamo cercare di migliorare e pensare a quello ciò che dovremo fare partita dopo partita. Il mister? Lavora molto come tutto lo staff,  chi ci viene a vedere lo sa. Siamo compatti, ma dobbiamo esserlo anche in partita. Abbiamo grande fiducia l’un l’altro e nel mister».