Maresca, addio al calcio giocato: «Voglio allenare»

Enzo Maresca, annunciato l’addio al calcio, ha già in mente il suo futuro: sarà in panchina

Enzo Maresca ha detto basta. Al calcio giocato, sì, ma non al calcio. L’ultima sua esperienza da calciatore, con l’Hellas Verona, finisce qui. L’ex centrocampista conclude la sua carriera sui campi da gioco dopo oltre 18 anni di professionismo. Gli inizi nel 1998 con il West Bromwich, poi l’arrivo in Serie A, alla Juventus e lo scudetto del 2002. Nel 2005 sceglie il Siviglia, squadra con la quale vince tanto anche in Europa. Poi un’esperienza anche in Grecia, all’Olympiakos, prima del Malaga e del definitivo ritorno in Italia; Palermo, Sampdoria e infine Verona dalla scorsa estate. Oggi la risoluzione consensuale del contratto con gli scaligeri: «L’Hellas Verona FC comunica di aver risolto consensualmente il rapporto professionale con il calciatore Enzo Maresca – si legge sul sito dei gialloblù – Tutto l’Hellas Verona FC ringrazia Maresca per la professionalità con cui ha affrontato questa esperienza della sua carriera, lunga e ricca di soddisfazioni, e soprattutto per il contributo dato alla squadra per raggiungere i risultati positivi di questa prima parte di campionato e per la crescita, umana e tecnica, dei giovani della rosa gialloblù. In bocca al lupo per il tuo futuro, Enzo!». Crepi, dice Maresca, già proiettato verso il futuro. A bordo campo, in panchina, da allenatore.