Miami FC: il presidente propone la retrocessione e ora la rischia

Il Miami Fc di Maldini e mister Nesta si trova incredibilmente a rischio retrocessione per il fallimento economico delle altre squadre della Nasl

Riccardo Silva è il co-proprietario, inisieme all’ex capitano del Milan Paolo Maldini, del Miami FC, che recentemente ha commissionato all’agenzia Deloitte uno studio privato per verificare se in futuro si potessero inserire retrocessioni e promozioni anche nel soccer a stelle e strisce. Quella del numero uno del team, allenato da un’altra vecchia conoscenza del nostro calcio Alessandro Nesta, era solo un’idea che presto si potrebbe però trasformare in clamorosa realtà proprio per Miami.
MIAMI A RISCHIO TERZA SERIE – La squadra fa infatti parte del secondo campionato di calcio per importanza negli Stati Uniti: la Nasl (North America Soccer League) attualmente, come spiegato dal Corriere dello Sport, in grande crisi. La lega è composta da 10 squadre, ma i Minnesota United passeranno in Mls, i New York Cosmos sono sull’orlo del fallimento, così come Ottawa Fc e Tampa Bay Rowdies, che meditano di iscriversi a una lega minore, stessa cosa infine vale per Rayo Okc e Fort Lauderdale Strikers che probabilmente non parteciperanno al prossimo campionato sempre per questioni economiche. La Nasl rimarrebbe dunque con 3 sole squadre e con la Usl, terza serie americana, in grande cerscita i Miami rischiano davvero la retrocessione. All’inizio era solo una proposta ora potrebbe trasformarsi in un vero e proprio incubo.