Milan, Giampaolo predica calma: «Leao è istintivo, devo ancora capirlo»

Milan, Giampaolo predica calma: «Leao è istintivo, devo ancora capirlo»
© foto Valentina Martini

Milan, Giampaolo predica calma dopo il successo con il Feronikeli: «Tanto lavoro da fare, Leao è troppo istintivo»

Marco Giampaolo, a margine del match vinto 2-0 in Kosovo contro il Feronikeli, smorza gli entusiasmi. Anche se il Milan si è reso protagonista, contro un avversario abbordabile, di una buona prova sotto il piano del gioco. «Ci sono diversi punti sui quali lavorare e migliorarsi. È stata una sgambata, con ritmi più bassi rispetto alle ultime partite. Succederà anche in campionato di trovare squadre che faranno grande densità difensiva e dovremo trovare delle idee per scardinare quelle difese».

Quindi l’argomento Leao. «È uno istintivo. L’istinto va bene, ma ci sono momenti in cui devi esser ordinato. È appena arrivato e devo capire quale sia la posizione migliore per lui in campo. Il trequartista? Per me deve essere un calciatore di qualità, il cui estro è suo patrimonio. Paquetà lo vedo come mezzala, Bonaventura ha colpi ma deve avere pazienza».