Montella: «Errori arbitrali? Siamo in credito. Bacca? Crediamo in lui. Sul closing e Donnarumma…»

montella milan infortunio
© foto Vincenzo Montella

Vincenzo Montella, allenatore del Milan, ha parlato in conferenza stampa presentando il match con il Sassuolo. Le ultimissime notizie

Il Milan scenderà in campo domani pomeriggio alle 15 al “Mapei Stadium” di Reggio Emilia per affrontare i padroni di casa del Sassuolo in una delle sfide della 26ª giornata di Serie A. Vincenzo Montella, tecnico del Milan, ha parlato in conferenza stampa presentando così il match: «Le vittorie fanno sempre bene. Affronteremo un avversario pericoloso che ha fatto bene negli ultimi anni e che ha dimostrato di poter vincere con chiunque. Polemiche dell’andata? Speriamo che parli solo il campo e che non succeda nulla. Donnarumma maggiorenne? Sono felice che sia arrivato a questo traguardo. Mi auguro che ora potrà essere lasciato un po’ in pace. Di Francesco? Siamo amici. All’andata abbiamo ricevuto un rigore generoso ma siamo in credito in merito agli errori arbitrali. Sassuolo? Stanno crescendo, hanno ritrovato giocatori importanti e giocano un buon calcio. Berardi? Per marcare un giocatore importante come lui bisogna cercare di togliergli i rifornimenti. La cena di ieri? E’ stato qualcosa di spontaneo, nata dai ragazzi che avevano voglia di stare insieme. Ranieri? La riconoscenza nel calcio non esiste, il passato viene dimenticato in fretta: la sua impresa avvicina molto i sogni di tutti. Caso Allegri-Bonucci? Non posso giudicare. Posso solo dire, da esterno, che gli esempi vanno dati nel momento giusto. Sicuramente per Allegri sarà stato molto difficile rinunciare a Bonucci in una partita così importante».

LE PAROLE DI MONTELLA ALLA VIGILIA DI SASSUOLO vs MILAN – Prosegue Vincenzo Montella: «Bacca? Siamo felici della sua decisione. Noi crediamo in lui. Se da giocatore avessi accettato un’offerta così? Non lo so, dipenderebbe da diverse cose. Lapadula? Ha una caviglia gonfia e ieri non si è allenato. Closing? Da quando sono qui mi sono rapportato sempre con la società attuale, che è sempre presente. Donnarumma come Buffon? Non lo so ma gli auguro una grande carriera come quella di Gigi e di vincere qualcosa in più in campo internazionale. Berlusconi? Se dovesse rimanere sarei felicissimo, se così non fosse ringrazierei per sempre Berlusconi e Galliani. Uno dei miei momenti più belli è stato firmare con il Milan. Al momento non è previsto nulla di particolare per salutare Berlusconi. Posso dire che con questa società non mi è mancato mai nulla, come gli stipendi che invece in altre società qualche volta mancavano. Fiorentina? Siamo arrivati spesso al quarto posto, abbiamo disputato una finale di Coppa Italia, abbiamo perso una semifinale di Europa League e una di Coppa Italia dopo aver battuto la Juventus all’andata. Purtroppo non sempre si riescono a raggiungere gli obiettivi prefissati ma la Fiorentina di Sousa ha un’identità chiara. Locatelli o Sosa? Manuel sta bene, Josè ha avuto qualche problemino, deciderò oggi ma i due possono anche giocare insieme. Calabria e De Sciglio? Sono disponibili, si sono allenati e sono contento del loro recupero. Vangioni? Non era facile fare bene per lui, serviva tempo. Ha affrontato clienti difficili, uno lo affronterà domani, ma abbiamo fiducia in lui. Bertolacci? E’ normale un calo dopo aver giocato tre gare di fila. Può crescere e non deve fermarsi. Preliminari di Europa League? Non ci penso ma eventualmente non sarà un problema perché non affronteremo mica Bayern e Real».