Connettiti con noi

Focus

Napoli, Politano macchina da guerra: stesso rendimento di Berardi, ma Mancini non lo vede

Pubblicato

su

Politano

Anche contro la Lazio, Matteo Politano è stato tra i migliori in campo. L’esterno continua a offrire ottime prestazioni, ma il c.t. Mancini non lo convoca

Matteo Politano è esploso definitivamente all’ombra del Vesuvio, dopo l’esperienza sfortunata con la maglia dell’Inter. L’esterno del Napoli è una delle armi di Gennaro Gattuso nella squadra che, in questo finale di stagione, sta provando a risollevare un campionato che a fino a due mesi fa sembrava ormai non poter offrire più nulla. Sotto gli insegnamenti di RinghioPolitano è diventato un’ala d’attacco formidabile capace di essere decisivo sia in fase offensiva che in quella difensiva. E proprio in ottica difesa, la partita di ieri contro la Lazio è l’emblema di questa qualità dell’ex Sassuolo che si è ritrovato più volte a chiudere azioni d’attacco dei biancocelesti con diagonali perfette. A saltare all’occhio, sono ovviamente i numeri in zona gol di Politano che si assestano su cifre incredibili. Con la rete segnata ieri ai capitolini, è salito a quota 12 marcature in stagione, condite dalla bellezza di 5 assist.

DELUSIONE NAZIONALE – Numeri da capogiro, che farebbero perdere la testa a tanti ma non a Roberto Mancini. Il c.t. dell’Italia, infatti, sembra non tenere in minima considerazione l’esterno del Napoli nonostante prestazioni tutt’altro che “invisibili”. In quel ruolo, il commissario tecnico della Nazionale ha convocato con costanza Domenico Berardi Federico Bernardeschi. E, se da un lato il mancino del Sassuolo sta meritando questa fiducia con 13 gol e 6 assisti in campionato (praticamente gli stessi numeri di Politano), l’ala della Juventus ha dimostrato ben poco in questa stagione e non solo. I numeri per il bianconero sono impietosi in questa annata: 0 reti e soli 3 assist in ben 37 presenze. Da qui anche la delusione dell’attaccante del Napoli per la mancata convocazione negli ultimi impegni dell’Italia. Sa di meritare l’Azzurro nazionale, anche di più di alcuni suoi colleghi, ma Mancini continua a non vederlo. A goderselo sono invece i tifosi partenopei, che gioiscono per le giocate di Poltano War Machine. 

Advertisement