Italia, Mancini apre: «Buffon e De Rossi sono convocabili»

mancini
© foto www.imagephotoagency.it

Amichevoli con Arabia Saudita, Francia e Olanda, l’Italia targata Roberto Mancini è pronta: ecco le parole in conferenza stampa del commissario tecnico

L’Italia riparte da Roberto Mancini, toccherà a lui riportare in alto i colori azzurri. Oggi il commissario tecnico è intervenuto in conferenza stampa in vista dei prossimi test amichevoli, ecco le sue parole: «Questa deve essere una squadra in grado di unire in un momento di difficoltà del movimento calcistico. Balotelli? E’ particolare: già da giovane era un grande calciatore, poi forse non è riuscito a mantenere quello che era all’inizio. Son fiducioso: negli ultimi due anni ha fatto bene». Il Mancio ha poi parlato di Gianluigi Buffon: «Ho parlato con Gigi al telefono, mi ha spiegato la sua intenzione: vuole continuare a giocare. Tutti coloro che giocheranno e saranno i migliori possono essere chiamati in Nazionale».

Il ct parla poi di Daniele De Rossi: «Tutti i calciatori che saranno in condizione, come lui e Buffon, saranno convocabili. La porta non è chiusa per nessuno: dobbiamo continuare per il futuro». Continua Roberto Mancini, parlando del possibile trasferimento di Mattia Perin alla Juventus: «E’ ovvio che per un portiere è problematico non giocare, ma penso che abbia delle qualità tali che possa giocare ovunque vada». Prosegue il tecnico, commentando la gerarchia per la porta: «Non c’è nessun titolare, devo conoscerli bene: li ho visti giocare solo in televisione qualche partita. Manca ancora qualcuno perché è infortunato o perché non sta bene». Infine, una battuta sugli obiettivi della Nazionale: «Dobbiamo vincere perché siamo l’Italia, dobbiamo sempre cercare di vincere anche quando non siamo favoriti. Giocheranno tutti quelli che sono stati convocati, pure i calciatori più giovani devono giocare contro Francia e Olanda».