Milan-Parma, Gattuso: «Mirabelli ha ragione, Ronaldo era ad un passo»

Milan-Parma, Gattuso: «Mirabelli ha ragione, Ronaldo era ad un passo»
© foto www.imagephotoagency.it

 Gattuso prima di Milan-Parma: «Dobbiamo impegnarci, sono forti, Ronaldo? Tutto vero»

Alla vigilia di Milan-Parma il Gattuso ha presentato i temi principale della sfida in conferenza stampa. Il tecnico inizia spiegando il motivo delle contestazioni mosse sull’orario della partita: «Non sono contrario sul fatto che la partita sia alle 12.30. Ho solo contestato il fatto che giochiamo a quest’ora nonostante l’ultima sfida sia stata giovedì sera. L’ho fatto per il recupero dei miei giocatori. Ma i 60.000 tifosi ci saranno anche grazie a quest’orario». Gattuso rassicura i tifosi sulla condizione della squadra e commenta: «Se giochiamo come giovedì non vinciamo, è un dato di fatto. Domani dovremo fare le cose in modo diverso, non possiamo restare addormentati. Mi fa ben sperare che col Dudelange ci siamo sentiti vicini al fondo e ci siamo rialzati. Mi è piaciuta l’umiltà che hanno avuto i ragazzi, dobbiamo continuare con questa linea».

Sui tanti infortuni dei suoi giocatori il tecnico spiega: «Dobbiamo fare meno danni possibile. Bisogna preparare le partite e fare più punti possibile e passare il turno in Europa League. Dobbiamo concentrarci partita per partita, recuperando al meglio. Poi si vedrà come arriveremo  alla sosta. Però l’atteggiamento del gruppo mi fa ben sperare. Alcuni stanno dando più di quanto possono, quindi sono soddisfatto».

Per quanto riguarda i giocatori ancora disponibili Gattuso conferma le sue opinioni su Suso e Rodriguez: «Rodriguez a livello tecnico è tra i più forti. Riesce a rendere giocabile anche una pallaccia. Esce sempre bene da tutte le situazioni. Suso invece abbiamo provato a farlo giocare più internamente e penso che si posso fare così con continuità». Continua poi parlando di Mauri e l’alternativa di Bakayko e Cutrone: «Mauri ha fatto bene col Dudelange, ma deve confermarsi e continuare così. Bakayoko e Cutrone si sono allenati molto: non erano al massimo, anche per una questione di recupero. Ma sono a disposizione». Per quanto riguarda la presenza in campo di Conti nel match di domani il tecnico spiega: «Se lo merita e sta lavorando bene. Adesso io devo trovare il momento giusto per buttarlo in campo, ma lui non deve avere fretta».

Gattuso poi conferma le voci su Ronaldo: «Se lo ha detto Mirabelli lo sapevo anche io. C’è stata questa possibilità, è vero quello che ha detto. Poi però di mezzo ci sono tantissime cose»

Il tecnico continua poi concentrandosi sulla sfida contro il Parma di domani: «Non dobbiamo pensare alla stanchezza, sarà una battaglia. Se lo faremo bene potremo finalmente riposarci. Mi preoccupa la loro tipologia di gioco, con fisico e velocità. Sono molto convinti di ciò che fanno: ci sto riflettendo da una settimana.» E continua: «Hanno una buona difesa a 4 ,hanno 8 giocatori che difendono e due che scattano subito in avanti. Per questo dobbiamo stare attenti, è una squadra che ha molta testa».